QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I superbatteri sono stati più mortali della malaria o dell’AIDS nel 2019

Si stima che più di 1,2 milioni di persone siano morte quell’anno a causa di infezioni batteriche resistenti agli antibiotici.

I ricercatori lanciano l’allarme in un nuovo studio. Da un’analisi completa pubblicata sulla prestigiosa rivista di settore bisturiSi scopre che nel 2019 più di 1,2 milioni di persone sono morte a causa degli effetti della resistenza antimicrobica. Ciò rende i germi resistenti ai farmaci più mortali della malaria o dell’AIDS, che hanno causato rispettivamente 640.000 e 860.000 vittime nello stesso anno.

Resistenza antimicrobica
Classifichiamo l’insensibilità dei microrganismi all’azione degli agenti antimicrobici come antibiotici sotto resistenza antimicrobica. L’uso ripetuto di antibiotici e agenti simili ha portato all’emergere di superbatteri che sono diventati resistenti (insensibili). Questa resistenza ha implicazioni significative per il trattamento delle infezioni, perché le infezioni con microrganismi resistenti sono più difficili da trattare. Ciò aumenta notevolmente il rischio di malattie gravi e di morte. Mentre in precedenza era stato stimato che il numero di decessi annuali raggiungerà i dieci milioni entro il 2050, ora sembra che ci stiamo dirigendo verso un numero molto più grande.

I ricercatori sono giunti a questa conclusione inquietante dopo aver studiato 204 paesi e regioni. Ora sembra che la resistenza antimicrobica sia una delle principali cause di morte in tutto il mondo.

può essere trattato
Lo studio descrive come centinaia di migliaia di persone muoiono ora a causa degli effetti di un’infezione comune precedentemente curabile. Pensa ad esempio alle infezioni delle basse vie respiratorie (come la polmonite) e del flusso sanguigno (che possono portare alla setticemia). Ma poiché i batteri che la causano sono diventati resistenti al trattamento, una tale infezione è diventata fatale per molti. Sebbene la resistenza antimicrobica rappresenti una minaccia per le persone di tutte le età, i bambini piccoli sembrano essere particolarmente a rischio, con un decesso su cinque che si verifica tra i bambini di età inferiore ai cinque anni.

READ  Il passato e il futuro Alzheimer Café Oisterwijk

distribuzione per paese
Sebbene i paesi a basso e medio reddito siano particolarmente colpiti, anche i paesi ad alto reddito sembrano inevitabili. L’AMR ha causato la maggior parte delle infezioni nell’Africa subsahariana e nell’Asia meridionale, rispettivamente con 24 e 22 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei paesi ad alto reddito, la resistenza antimicrobica ha provocato 13 decessi ogni 100.000 abitanti nel 2019.

MRSA
L’MRSA è il più temuto dei germi. Questo perché i superbatteri sono resistenti al trattamento con l’antibiotico meticillina. Un farmaco comunemente usato. I ricercatori stimano che l’MRSA da solo abbia ucciso almeno 100.000 persone nel 2019.

dimensione reale
Secondo i ricercatori, non possiamo più aspettare. “I nuovi dati rivelano la reale portata della resistenza antimicrobica in tutto il mondo”, ha affermato l’autore dello studio Chris Murray. È un chiaro segnale che dobbiamo agire ora per combattere la minaccia. In precedenza si prevedeva che la resistenza antimicrobica uccidesse circa 10 milioni di persone entro il 2050. Ma ora sappiamo per certo che siamo già molto più vicini a quel numero di quanto pensassimo”.

le misure
Alcune delle azioni che i paesi possono intraprendere per proteggere i loro sistemi sanitari includono più soldi per sviluppare nuovi antibiotici e trattamenti, migliori sforzi per monitorare e gestire le infezioni e un migliore uso degli antibiotici. E secondo i ricercatori, è meglio che gli stati inizino il prima possibile.

Il rapporto sottolinea l’urgente necessità di intensificare il lavoro per combattere la resistenza antimicrobica. “Se vogliamo rimanere all’avanguardia nella lotta contro la resistenza antimicrobica, dobbiamo utilizzare i dati esistenti per correggere il nostro corso e guidare l’innovazione”, ha concluso Murray.

Lo sapevate…

…i ricercatori hanno recentemente scoperto che i temuti batteri MRSA non sono stati prodotti dall’uomo dopo tutto? Nella ricerca dell’origine dei superbatteri, i ricercatori stanno – sorprendentemente – finendo non con i nostri antibiotici, ma con… il riccio. leggere qui inoltre!