QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I supermercati britannici temono che gli scaffali saranno vuoti quest’estate a causa della mancanza di autisti | all’estero

Nel Regno Unito, gli scaffali dei supermercati sono a rischio quest’estate a causa della carenza di autisti di camion pesanti. Molte associazioni di categoria britanniche avvertono di questo. Secondo loro, più di 100.000 conducenti sono troppo pochi. Si dice che i problemi siano il risultato di una combinazione di Brexit e pandemia di coronavirus.




In una lettera al primo ministro Boris Johnson, il loro appello a ripristinare l’accesso ai lavoratori europei. Ciò dovrebbe essere possibile introducendo visti di lavoro temporanei per i conducenti di camion ed elencando la loro occupazione in un elenco di occupazioni che scarseggiano.

L’epidemia di virus ha interrotto le linee di approvvigionamento in tutto il mondo. Ma senza l’aiuto del governo britannico, potrebbero sorgere problemi nelle catene di approvvigionamento britanniche “su una scala senza precedenti e inimmaginabile”. Richard Burnett, direttore della Road Transportation Association, ha affermato che i negozi di alimentari hanno già riferito di non aver ricevuto le forniture che si aspettavano. La sua organizzazione ha coordinato la stesura della lettera, che è stata firmata anche dalla British Frozen Food Association e dalla British Beer and Pub Association, tra gli altri.

Un portavoce del governo ha detto che il settore è stato contattato. Secondo lui, è probabile che la soluzione alla carenza venga principalmente dalle aziende stesse. Ha notato progressi nelle assunzioni e miglioramento dei salari e delle condizioni di lavoro. Il portavoce ha affermato che i datori di lavoro dovrebbero concentrarsi maggiormente sull’investimento in personale proveniente dallo stesso Regno Unito piuttosto che fare affidamento su manodopera dall’estero.

Leggi anche: Cinque anni della saga della Brexit: una panoramica

READ  Gli esperti sono ancora preoccupati: "Non dimenticate cosa sta succedendo negli Stati Uniti...