QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Icahn dice che non può e non vuole tagliare Internet russo – IT Pro – News

Icann non bloccherà i siti russi a livello di certificato. L’organizzazione afferma che è stata creata per preservare Internet, non per fermarlo. Icann dice anche che non ha la capacità tecnica di chiudere Internet.

Lo scrive l’organizzazione di Internet Lettera al ministro degli Affari digitali ucraino Mykhailo Fedorov† All’inizio di questa settimana, Icahn ha chiesto se l’organizzazione potesse aiutare a chiudere Internet in Russia. Icann può farlo cancellando il file russo tld .ru, così come i certificati SSL associati a questi domini. Fedorov ha anche chiesto se Icann potesse chiudere i root server situati in Russia.

Icann dice di essere solo un “coordinatore tecnico” che supervisiona varie tecnologie Internet. “In questo ruolo, ci stiamo assicurando che il funzionamento di Internet non sia politico e non abbiamo l’autorità per imporre sanzioni”, ha scritto l’organizzazione. “Icann è stato creato per far funzionare Internet, non per diffondere il nostro ruolo di coordinamento in modo che smetta di funzionare”.

Inoltre, Icann afferma anche che non è tecnicamente possibile bloccare i TLD o revocare i certificati SSL. Per i nomi di dominio specifici per paese, Icann può esercitare solo le richieste dei paesi stessi, afferma l’organizzazione. “Gli accordi internazionali non danno all’ICANN l’opportunità di chiudere unilateralmente queste aree”. Se Icann infrange questi accordi, avrà un “effetto devastante e duraturo sulla fiducia” di Internet. Icann afferma inoltre che i certificati SSL per determinati domini non possono essere revocati, perché sono emessi da terze parti e per i quali Icann non è responsabile. Icann afferma che anche i root server sono gestiti da amministratori indipendenti, quindi non possono e non faranno nulla nemmeno per questo.

READ  Tera (Luna)! » Crypto Insider