QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il banchiere di Belvius House impone condizioni più difficili nella regione vallona | Economia

Belvius vuole prolungare un contratto con la regione vallona per un massimo di due anni. In quanto banchiere in patria, non ha una buona visione della precaria situazione finanziaria in Vallonia e dell’ascesa del partito di estrema sinistra PTB. Questo è ciò che scrive oggi de Tejd.

Attraverso i suoi predecessori Gemeentekrediet e Dexia, Belvius è stato il capo banchiere nella regione vallona per più di trent’anni. I contratti di Tesoriere sono regolarmente prorogati per diversi anni. Ma durante le trattative in corso con il primo ministro vallone Elio Di Rupo (PS) e il ministro del Bilancio Adrien Dolemont (MR), Belvius ha preso una posizione più dura e sta valutando la possibilità di estendere il prossimo contratto per un massimo di due anni.

Solo fino alle prossime elezioni regionali del 2024, il che non è un caso. “Ciò consente alla banca di valutare come il prossimo governo può sbarazzarsi dell’elevato rapporto debito/PIL nella regione”, ha affermato una fonte vicina ai negoziati. Arma anche Belvius contro la possibilità della partecipazione del PTB a quel nuovo governo.

La Vallonia si sta dirigendo verso un debito pubblico di 50 miliardi di euro entro il 2030. La banca statale affronta notevoli rischi finanziari perché ha concesso così tanti prestiti alla regione vallona, ​​secondo una delle fonti. Alla domanda sulla risposta, Belvius ha solo affermato che si stanno prendendo in considerazione i termini associati a una possibile estensione dei contratti di tesoriere.