QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Belgio flirta per qualche giorno: dove visitare il Tour de France? † un viaggio

Peloton è volato dalla Danimarca al nord della Francia domenica sera. Lì Dunkerque si preparerà per iniziare la fase quattro martedì pomeriggio intorno alle 13:00.

Dunkerque è a due passi da De Panne e dal confine belga, e raggiungere Calais non è un lungo viaggio nel cuore del ciclismo belga.

Inoltre, anche il lungo anello attraverso l’interno offre opportunità: il gruppo si sposta da Dunkerque verso l’area delle piste delle Fiandre francesi. Conosciamo Côte de Cassel da Gent-Wevelgem.

Gli appassionati di ciclismo belga avranno già spuntato la casella il primo mercoledì delle vacanze estive.

La Parigi-Roubaix viene spazzata ogni anno dai nostri intenditori e il palco acciottolato del 6 luglio – a partire da Lille – è un’ulteriore opportunità per avvistare da vicino le disgraziate pietre.

La prima delle 11 divisioni è un territorio inesplorato, ma l’epilogo suona una campana con le divisioni di Wandignies, Warlaing e Wallers, tra le altre.

La fine è vicino alla Foresta dei Wallers, dove c’è anche un tavolo Vive le Vélo la sera.

Laddove la rete stradale belga non è stata sfruttata martedì e mercoledì, questo è il caso di giovedì.

La tappa più lunga di questo tour – 220 chilometri – inizia a mezzogiorno da Benchy.

La Carnival City sta organizzando un inizio per la seconda volta in tre anni e il tour è approdato anche lì nel 2019.

Dopo oltre 60 chilometri, il circo sta finalmente salutando il nostro Paese.