QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Belgio ha spostato cielo e terra al tetto del prezzo del gas europeo, ma ci sono tre dormienti

Dodici Stati membri invieranno mercoledì una lettera alla Commissione europea per insistere ancora una volta su un tetto massimo al prezzo del gas. La Commissione presenta un nuovo documento al Consiglio dei ministri dell’Energia al riguardo. Ma dal momento che Germania, Danimarca e Paesi Bassi non si muovono, suona come una bufala. Il vertice europeo da solo sembra fornire una risposta definitiva.

Il ministro dell’Energia Tinne Van der Straeten (verde) continua a smuovere cielo e terra per togliere dal fuoco il tetto dei prezzi europei. Tuttavia, quando i ministri dell’Energia si incontreranno di nuovo venerdì, non ci sarà più alcuna proposta concreta sul tavolo. Mercoledì o giovedì, il commissario per l’Energia Kadri Simpson presenterà un documento di discussione sui pro e contro del tetto e le diverse opzioni. Ma la proposta dettagliata richiesta dai ministri due settimane fa non lo è.

Leggi anche. Le esplosioni del gasdotto non sono state un incidente ma un sabotaggio e c’è un solo sospetto (+)

Secondo fonti all’interno del comitato, “sono necessarie ulteriori consultazioni”. In pratica, Germania, Paesi Bassi e Danimarca non supportano un massimale. Inoltre, non vedono alcun vantaggio in alternative, come un tubo del gas con un limite superiore e inferiore su cui il prezzo può fluttuare rispetto ai mercati asiatici. Negli ultimi mesi Berlino ha depositato molti soldi per la fornitura di GNL. Se il tetto abbassa i prezzi, il cancelliere Olaf Schultz dovrà spiegare al suo popolo perché sta pagando un prezzo più alto. Gli oppositori insistono anche sul fatto che il prezzo massimo potrebbe mettere a repentaglio le forniture. Quindi sembra sempre più che la questione si concluderà nei Consigli dei Capi di governo, che si riuniranno a Praga il 7 ottobre. (hca)

READ  Il senatore Usa chiede ai russi di uccidere Putin Guerra tra Ucraina e Russia