QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Il Belgio non salterà l’Europeo”: la stampa estera è impietosa verso i belgi e il ct della Nazionale Tedesco

“Il Belgio non salterà l’Europeo”: la stampa estera è impietosa verso i belgi e il ct della Nazionale Tedesco

“Fritto alla francese” è stato scritto a caratteri cubitali su un giornale straniero. Simbolico della deludente sconfitta dei Red Devils contro la Francia. Nel nostro Paese la partita veniva ancora chiamata “partita a scacchi” o “sciopero nervoso”, ma fuori dai confini del Paese c’era molta meno comprensione. Sicuramente dell’architetto Domenico Tedesco. “Abilità tattiche? Non c’era molto da vedere a questo Europeo”.

La Francia si è divertita, ma il resto d’Europa ieri sera ha sbadigliato.

Il gioco ombra tattico tra i Red Devils e la Nazionale francese si è osservato anche fuori dai confini nazionali, ma non in senso positivo.

“Non è stato bello da vedere”, ha detto il quotidiano inglese The Sun. “Alla Francia è bastata una palla deviata per riportare in Belgio i resti della generazione d’oro. L’Europeo per i belgi è stato pieno di miseria”.

Anche gli inglesi non furono gentili con alcuni dei giocatori chiave. “Kevin De Bruyne e Romelu Lukaku avrebbero potuto fare tanto, ma hanno fallito ancora. Alla gente piace scherzare sull’attaccante belga, ma diventa sempre più difficile dispiacersi per lui”.

Il quotidiano spagnolo Marca ha assistito ad un’altra partita “poco entusiasmante”. “Il Belgio, che ha sacrificato De Bruyne in difesa, ha giocato in modo deludente. Proprio come la Francia, il Belgio ha giocato come se stesse finendo la partita, non ha offerto nulla in attacco”.

Le tattiche assurde di Tedesco non avevano alcuna possibilità.

L’Equipe

Solo in Francia si sono lette parole positive. Non sui demoni, ma sulla partita.

“È stato un piacere”, ha aperto L’Equipe nel suo resoconto della partita prima di scrivere ai belgi collettivamente e individualmente.

READ  Guarda: Messi supera il giocatore infortunato con grande ispirazione e vince la partita di apertura della MLS per l'Inter Miami

“Questo momento non farà altro che aumentare il sentimento di vendetta tra i belgi. I Red Devils non hanno ancora vinto nessuna delle cinque partite in un torneo importante contro di noi”, sembrava doloroso.

“Il 4-2-4 dei belgi è stato neutralizzato dalla forza difensiva francese. Davanti pensavano che Lukaku potesse farcela da solo, ma non era così. La tattica fallita di Tedesco non aveva alcuna possibilità”.

La sfortuna ha accompagnato Lukaku in questo Europeo.

Il celebre quotidiano sportivo francese è stato durissimo anche con Tedesco e Lukaku durante la famigerata cerimonia di distribuzione dei punti.

Su Tedesco (4 punti) e la sua tattica: “Gli è già stato dato un contratto fino al 2026. Ma gran parte del calcio moderno, l’alto pressioni e le capacità tattiche per cui è stato chiamato, non si sono visti in questo Europeo. “

Su Lukaku (il peggior diavolo della sua categoria con 3 punti): “È stata la delusione più grande per i belgi. Nel primo tempo era invisibile a causa della presa di Saliba. Non riusciva a mettere pressione sulla difesa, perdeva molto palla e sembrava essere stanco della sua lotta per il potere, e sembra che il suo colpo a Minyan lo abbia svegliato, ma alla fine non è stato così.

E quindi è sembrato – anche nei Paesi Bassi – inappropriato che il Belgio se ne andasse. “Non ne sentiremo la mancanza a questo Campionato Europeo”, conclude de Volkskrant.

“Una generazione d’oro? Forse un giorno, in un lontano passato”, anche il New York Times sembra deprimente.

“È stato un piacere”, scrive a L’Equipe.

READ  La grande storia di Tom Bonin: "Andavo a scuola ogni giorno e masticavo il volante" | Club di biciclette elettriche Watt

Kevin Cruyff “De Bruyne”.

Solo nei Paesi Bassi sembrava che avessero una certa comprensione soprattutto con due belgi.

Innanzitutto per la sua vecchia conoscenza Jan Vertonghen, che all’Ajax ha ottenuto grandi successi. De Telegraaf in particolare avrebbe dato al nostro record internazionale una conclusione più dignitosa a questo Campionato Europeo – e forse alla sua carriera da giocatore internazionale.

“Quanto dolorosamente potrebbe finire la tua carriera internazionale?” “Il Routenere Jan Vertonghen sperava in un grande Campionato Europeo come ultimo torneo della sua carriera. Ma l’ex giocatore dell’Ajax ha visto la palla del sostituto francese Kolo Moani sparire attraverso la sua coscia oltre il portiere improvvisamente disperato Quin Casteels. La Francia si è qualificata per la finale. ” Quarti di finale, i belgi in casa: 1-0.

“Vertonghen non ci poteva credere per qualche minuto, nella fase finale di una partita raramente spettacolare. Doveva succedere a lui dopo quasi 90 minuti di brillante difesa con la sua squadra. Perché c’era stata molta tattica giocare nell’ultimo periodo.” Anche lo scontro con i francesi.”

Gesticola e parla come Johan Cruyff al suo meglio.

De Telegraaf su De Bruyne

Anche i nostri vicini del nord hanno mostrato pietà nei confronti di De Bruyne.

“Sembra che il fuoriclasse della squadra belga, Kevin De Bruyne, funzionasse in modalità provvisoria sul suo PC Windows, ma nel caso della stella del Manchester City si è intrufolato ovunque alla velocità della luce. sempre acceso.” “. “I suoi piedi sono al posto giusto, gesticola e parla come Johan Cruyff al suo meglio.”

READ  Wouter Franken sul rinvio: "Niente scuse, anche 3 giocatori sono dovuti andare dal cardiologo" | Jupiler Pro League

“E cosa è successo? L’uomo che ha messo più chilometri nelle gambe contro i francesi non è stato l’inafferrabile re Jérémy Doku o l’indistruttibile Yannick Carrasco, ma De Bruyne. Ed è stato l’uomo che è arrivato più vicino a segnare un gol poco prima del -0 dei francesi, quando ha giocato in modo devastante e ha salvato il portiere Mike Maignan per Haantjes.

Anche se questo sarebbe solo una copertura per l’emorragia.

Imparentato: