QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il caldo e la paura della penuria fanno salire i prezzi del gas | Economia

Il prezzo del gas europeo sta salendo al livello più alto delle ultime settimane e rimane sopra i 200 euro per megawattora. I timori per la scarsità e il caldo costante stanno facendo salire i prezzi.

Sul mercato dei futures olandese – il riferimento per il prezzo del gas naturale in Europa – il prezzo del gas è salito del 3,8% a oltre 210 euro per megawattora. Questo è il livello più alto da marzo, quando è iniziata l’invasione russa dell’Ucraina.


Il gas è in aumento da settimane mentre l’Europa cerca di rifornire le sue forniture di gas questo inverno, in un momento in cui la Russia sta aprendo sempre più i rubinetti del gas. Ma anche il calore gioca un ruolo. Il livello dell’acqua del Reno – di gran lunga il fiume più importante per il trasporto di merci nell’Europa nordoccidentale – è così basso che la navigazione è quasi impossibile. Ciò potrebbe complicare il trasporto di carbone e combustibili e rendere l’Europa più dipendente dal gas.

Schultz: Non abbandoneremo i cittadini

In Germania, il cancelliere Olaf Schulz ha promesso di presentare un nuovo pacchetto di misure per assorbire lo shock delle bollette energetiche. Ciò include i tagli alle tasse. “I cittadini possono contare su di noi per non deluderli”, ha detto.

READ  3 interessanti grafici dei prezzi di Bitcoin (BTC), c'è di più in esso? » Insider cripto

In risposta alle sanzioni occidentali contro la Russia, la compagnia di gas statale russa Gazprom ha ridotto le sue forniture di gas alla Germania attraverso il gasdotto Nord Stream 1 al 20% della sua capacità. Il governo tedesco tiene conto del fatto che Mosca chiuderà completamente il rubinetto del gas.

Benefici addizionali

Il governo di Schulz ha già fornito programmi di sostegno per le imprese e le famiglie che sono state duramente colpite dall’aumento dei prezzi del gas. Ciò includeva ulteriori sussidi per il riscaldamento, più sussidi per i figli per le famiglie a basso reddito e minori spese di produzione di benzina e diesel. La Germania ha anche adottato misure per ridurre il consumo di gas del Paese e rinnovare le forniture di gas fino all’inverno.

Centrali elettriche a carbone

A causa del rischio di una carenza di gas, il governo ha deciso di riavviare le centrali a carbone. Torna all’ordine del giorno anche la questione dell’allungamento della vita delle restanti centrali nucleari del Paese.

Il cancelliere non crede che l’aumento dei prezzi dell’energia porterà a disordini sociali nel paese. Sembra che “la Germania sia un paese di lusso e non deludiamo nessuno”.

Leggi anche: In questo villaggio agricolo tedesco non hanno più bisogno di gas. Le Fiandre possono copiarlo? (+)