QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Certificato Corona Europeo rimane valido per 9 mesi senza una dose di richiamo

© ISOPIX

Chiunque non abbia un colpo di richiamo riceverà un certificato corona valido per viaggiare in tutta l’Unione europea fino a nove mesi dopo il secondo colpo. Dopo questo periodo sarà necessaria una terza dose del vaccino. Questo è sicuramente un vertice europeo.

gjsfonte: belga

La diffusione del coronavirus di tipo omikron è stato il principale argomento di discussione al Vertice europeo. I leader degli Stati membri dell’UE hanno discusso, tra l’altro, delle regole per viaggiare gratis. Perché basta ancora la vaccinazione con due dosi del vaccino Corona per attraversare il confine verso un altro Paese?

Sì, è stato deciso. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha affermato che mancano ancora nove mesi alla somministrazione del secondo vaccino (o del primo nel caso di Johnson & Johnson). Il comitato raccomanda dosi di richiamo negli ultimi sei mesi dopo la vaccinazione completa, seguite da un “periodo di grazia” di tre mesi. Dopo quei nove mesi, il certificato corona della persona non sarà valido se non viene eseguita la vaccinazione di richiamo.

Leggi anche. Stephen van Gucht sul potere del vaccino di richiamo e sul futuro del corona: “Non dovremo davvero fare un vaccino ogni quattro mesi”

Vaccini personalizzati

Inoltre, al vertice europeo è stato deciso che gli Stati membri dell’UE avrebbero ordinato la prima tranche di oltre 180 milioni di dosi di vaccini modificati da Pfizer-BioNTech. “I nostri contratti prevedono che le aziende svilupperanno vaccini modificati su richiesta entro 100 giorni”, ha spiegato il presidente della Commissione europea von der Leyen. “In questo contesto, sono lieto di annunciare che gli Stati membri hanno concordato di attivare la prima tranche di oltre 180 milioni di dosi aggiuntive di vaccini modificati nel terzo decennio con Pfizer-BioNTech”.

La Commissione ha firmato un terzo contratto con Pfizer-BioNTech a maggio per acquistare fino a 1,8 miliardi di vaccini. Ciò consentirà agli Stati membri di acquistare fino a 900 milioni di dosi del primo vaccino e vaccini adattati alle varianti, con un’opzione per ulteriori 900 milioni di dosi.

Sfuggito

Secondo von der Leyen, la variante altamente contagiosa dell’omikron si diffonde “a una velocità incessante”. Ha aggiunto che l’alternativa ha anche il potenziale per sfuggire almeno in parte ai vaccini attuali. Tuttavia, secondo von der Leyen, l’Europa è meglio armata in questi giorni rispetto all’anno scorso, quando la variante delta ha cominciato ad avanzare. A quel tempo, le campagne di vaccinazione non erano ancora iniziate. Fino a 300 milioni di dosi al mese possono ora essere prodotte nell’Unione Europea.

READ  Le maschere proteggono dal corona, anche se non sono indossate in modo completamente corretto