QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il consiglio di sorveglianza di Facebook conferma Zwarte Piet Ban

Zwarte Piet non tornerà su Facebook. Lo ha deciso il consiglio di censura di Facebook.

Sebbene Zwarte Piet appartenga a una tradizione culturale condivisa da molti olandesi senza apparenti intenzioni razziali, questa tradizione utilizza la faccia nera, che è ampiamente riconosciuta come uno stereotipo razziale dannoso con questo fraseggio un po ‘rigoroso, ha confermato il consiglio di sorveglianza su Facebook (OSB) martedì Il divieto emesso da Facebook la scorsa estate.

Nell’agosto dello scorso anno, Facebook ha stabilito che le foto di Zwarte Piet violavano le regole di utilizzo. Include Instagram, di proprietà di Mark Zuckerberg. Facebook ha poi messo esplicitamente Zwarte Piet sulla stessa linea con la faccia nera, una pratica che è stata stabilita negli Stati Uniti fino agli anni ’60, dove gli artisti bianchi si dipingono come una caricatura di una persona di colore. Allo stesso tempo furono banditi anche i cartoni animati ebraici.

Cittadino olandese in appello

Ma un utente olandese su Facebook, il cui video è stato portato offline a dicembre a causa di questa regola, ha presentato ricorso contro la decisione. Ciò è stato possibile per diversi mesi presso il Facebook Censorship Board (OSB), un gruppo di esperti nel campo della libertà di espressione e dei diritti umani istituito da Facebook stesso. Il video clip mostrava due uomini bianchi, vestiti da due visitatori e che disegnavano.

La maggioranza di OSB, che è composta da 20 esperti nel campo della libertà di espressione e dei diritti umani, ritiene che Facebook vieti giustamente le immagini di Zwarte Piet, a meno che le immagini non siano utilizzate per sensibilizzazione educativa o per criticare la pratica.

READ  Milionario ucraino agli arresti domiciliari per aver divulgato informazioni classificate in Russia | all'estero

La maggioranza “prende atto dei casi documentati in cui i neri sono stati soggetti a discriminazione e violenza in relazione ai miei visitatori domestici, comprese le segnalazioni secondo cui i bambini neri si sentivano paurosi e insicuri a casa e non osavano andare a scuola durante il Centralclass Festival. La maggior parte dei OSB credeva che i messaggi di Black Pete fossero consentiti. Su Facebook si creerà un ambiente che discrimina i neri.

Spiega chiaramente

OSB aggiunge che gli utenti potrebbero trovare ingiusto rimuovere il proprio contenuto senza un’adeguata spiegazione. OSB ha detto che Facebook avrebbe dovuto chiarire all’utente che il video è stato rimosso a causa della regola della faccia nera, ma ciò non è accaduto.

Levi Omen, portavoce di Black Lives Matter The Hague e portavoce di Kick out Zwarte Piet The Hague, è stato molto felice di bloccare Facebook l’anno scorso. “L’esaltazione di una caricatura razzista su una piattaforma internazionale non dovrebbe essere possibile”, dice. Facebook ha buone regole sull’uso dell’odio e del razzismo sulla piattaforma. Sarebbe strano il contrario.

Questo non accade. Facebook è sempre obbligato ad attuare le disposizioni del proprio consiglio di sorveglianza. Da un lato, i consigli aggiuntivi di Facebook – per spiegare meglio le decisioni di moderazione in generale, e certamente quelle dei miei visitatori domestici, agli utenti – l’azienda non deve seguire.

Almeno 150.000 decisioni di moderazione sono già state contestate da Facebook all’OSB, ma gli esperti scelgono ciò su cui vogliono commentare. Questa è solo la settima decisione da annunciare.

E Trump?

Nella prossima settimana, OSB parlerà della sua questione più importante: Donald Trump è stato giustamente bandito da Facebook a gennaio dopo aver istigato i suoi seguaci a prendere d’assalto il Campidoglio? Facebook stesso ha inviato questa domanda al suo consiglio di sorveglianza. Twitter ha bandito definitivamente Donald Trump, ma una decisione dell’OSB potrebbe ancora una volta dare all’ex presidente degli Stati Uniti una piattaforma sui social media.

READ  Biden commemora 13 soldati statunitensi uccisi dopo l'attacco a Kabul all'estero