QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il corpo dell’ultima persona scomparsa trovata nell’edificio crollato di Miami

Estelle Hedaya (a sinistra), 54 anni, è stata identificata per l’ultima volta. Anche Linda Marsh (a destra), una sua buona amica, è morta.
Foto: AP

I resti dell’ultima persona ancora scomparsa sono stati ritrovati dopo il crollo di un complesso di appartamenti ad American Surfside, vicino a Miami. Il sindaco della contea di Miami-Dade, Daniela Levine Cava, ha affermato che questo porta il numero totale delle vittime a 98.

Levin Kava ha affermato che, sebbene sia stata trovata l’ultima persona scomparsa, la ricerca delle rovine continuerà per garantire il ritrovamento di tutti i possibili resti umani. Può anche aiutare a determinare la causa del guasto. Entro l’8 luglio, le speranze di trovare persone vive sotto le macerie erano già svanite.

L’edificio è praticamente crollato nella notte tra il 23 e il 24 giugno. Circa cinque settimane dopo il disastro, la sua causa non è ancora chiara. Tre anni fa c’era un’allerta sulle condizioni dell’edificio quarantenne sulla costa.

Da allora è stato rivelato che almeno una dozzina di condomini nell’area di Miami presentano preoccupanti difetti architettonici, come il cemento sgretolato. I proprietari devono agire immediatamente. Gli edifici fatiscenti sono ora considerati edifici non sicuri.

READ  Gli Stati Uniti minacciano conseguenze se Navalny muore e l'Unione Europea chiede il rilascio immediato | all'estero