QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Cremlino promette che il gas continuerà a fluire verso l’Europa nonostante la minaccia della Bielorussia | All’estero

L’Europa può continuare a fare affidamento sul gas russo, nonostante le minacce della Bielorussia di tagliare le forniture di gas. Questo è ciò che ha detto il Cremlino.




Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia “era e rimarrà un paese che adempie a tutti gli obblighi di fornitura di gas ai consumatori europei”. La Russia invia gas a Polonia e Germania attraverso un gasdotto che passa attraverso la Bielorussia.

Giovedì il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha minacciato di chiudere il gasdotto se l’Unione europea dovesse imporre sanzioni al suo paese per la crisi dei migranti. Le sanzioni sono previste per la prossima settimana. La Commissione europea ha già risposto che l’Ue “non sarà soggetta a intimidazioni”.

L’Unione europea critica Minsk per la sua gestione dei migranti. Da mesi non è stato loro vietato di recarsi nell’Unione europea e si dice che stiano ricevendo assistenza dalle autorità bielorusse. Questa è vista come una ritorsione, in risposta alle sanzioni dell’UE per la violenta repressione delle proteste anti-regime a Minsk.

La tensione è stata particolarmente alta al confine tra Bielorussia e Polonia.

READ  L'UE fa pressione su Lukashenko un anno dopo le elezioni in Bielorussia | all'estero