QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il deputato conservatore che ha guardato la pornografia bandita dalla Camera dei Comuni britannica

Il deputato conservatore Neil Parrish era il deputato accusato da parlamentari donne di guardare film pornografici alla Camera dei Comuni. La parrocchia è stata momentaneamente sospesa dal partito mentre le indagini proseguono.

Il portavoce di Whip Chris Heaton-Harris ha detto che Neil Parish si è consegnato alle autorità parlamentari della Camera dei Comuni. “Neil Parrish è attualmente sospeso dal Partito conservatore in attesa dell’esito delle indagini”, ha affermato il portavoce.

All’inizio di questa settimana circolavano voci sull’identità del parlamentare a Westminster da quando è stato rivelato che un ministro conservatore aveva riferito di aver visto un collega maschio alla Camera dei Comuni che guardava porno sul suo telefono. Un altro vice ha confermato questa storia.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha incoraggiato i testimoni a denunciare il comportamento del parlamentare al Dipartimento per i reclami del Parlamento. Diversi membri del Parlamento hanno trovato la reazione troppo tiepida. Johnson è stato spinto ad agire in modo più deciso. Il primo ministro ha affermato all’inizio di questa settimana che il comportamento del parlamentare era inaccettabile e potrebbe essere una ragione per le sue dimissioni.

‘deve essere preso sul serio’

Parrish ha rilasciato un’intervista al canale di notizie britannico all’inizio di questa settimana GB notizie, dove gli è stato chiesto, tra le altre cose, dell’accusa che un deputato conservatore avesse guardato materiale pornografico in Parlamento. “Penso che dovremo condurre un’indagine approfondita e dovremo aspettare il risultato”, ha detto in quel momento. “Dopo di che, ci sarà una decisione su quale azione intraprendere”, ha detto.

Durante l’intervista, gli è stato anche chiesto se ci fosse un problema con la cultura a Westminster. Ha risposto come segue: ‘Ci sono circa 650 parlamentari seduti insieme in una stanza dove le cose possono diventare difficili a volte. Ci saranno sempre persone che oltrepassano il limite. Il problema va affrontato seriamente.

READ  La principessa Latifa torna in scena mesi dopo Proprietà