QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il dispositivo intelligente dovrebbe aiutare i bambini con attacchi di cuore dopo un tumore al cervello

Il dispositivo intelligente dovrebbe aiutare i bambini con attacchi di cuore dopo un tumore al cervello

L’Università della Tecnologia di Eindhoven (TU/e) sta lavorando su un dispositivo intelligente per aiutare i bambini e i giovani a regolare il bisogno di mangiare, bere o dormire dopo un tumore al cervello. La ricerca è condotta in collaborazione con il Centro Princess Máxima, Corsano Health e la Fondazione per il cancro.

I bambini e i giovani con un tumore cerebrale nell’ipotalamo hanno ottime possibilità di sopravvivere alla malattia. Ma hanno un grosso problema: dopo il trattamento, il loro ipotalamo non funziona più correttamente. Questa particolare parte del cervello è molto importante per regolare tutti i tipi di cose basilari, come la fame, l’umore e la temperatura corporea.

sovrappeso

Il disturbo può causare grave obesità o stanchezza cronica, mal di testa e tristezza. In termini pratici ciò significa che i bambini e i giovani devono imparare a controllare i propri impulsi. Questo può essere molto impegnativo, soprattutto in così giovane età.

Orologi e braccialetti intelligenti

Poiché lo sviluppo di un dispositivo completamente nuovo è molto costoso, vengono presi in considerazione i dispositivi esistenti Dispositivi indossabili. un’azienda Corsano Sanità Ha già fatto molta strada nello sviluppo di orologi e braccialetti intelligenti ed è quindi affiliata al gruppo di ricerca.

Contenuto di sodio

Il dottorando Yu Zhang lavora a questo progetto di ricerca dalla fine del 2023. Attraverso la sua revisione della letteratura, è apparso subito chiaro che i livelli di sodio nel sangue sono un fattore cruciale che deve essere costantemente monitorato per monitorare l’equilibrio dei liquidi di una persona. Ecco perché il contenuto di sodio è il primo parametro importante che vuole includere in un dispositivo intelligente.

Minimamente invasivo

Zhang vuole concentrarsi maggiormente sui metodi non chirurgici o minimamente invasivi. Proprio perché i bambini che hanno avuto il cancro hanno già subito molte procedure dolorose. “Sono stato ispirato dai monitor continui del glucosio (CGM). Si tratta di piccoli dispositivi che possono essere posizionati sul braccio o sull’addome dei diabetici per monitorare i loro livelli di glucosio.

READ  Una svolta nella ricerca presso l'Università di Twente sta rendendo i computer di nuovo un po' più umani

Combattere il cancro

Questo progetto TU/e ​​è stato selezionato da KWF come uno dei sette progetti a ricevere finanziamenti dalla Campagna contro il cancro. Non è ancora noto quando potremo aspettarci i risultati dello studio.

fonte: Università della Tecnologia di Eindhoven