QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il giudice svizzero interroga l’ex presidente della FIFA

Lunedì mattina il procuratore svizzero Sepp Blatter è stato interrogato presso il tribunale di Zurigo per quasi tre ore. L’ex presidente della FIFA ha dovuto rispondere di pagamenti sospetti a Michel Platini, che è anche l’ex presidente della World Football Association.

Platini ha ricevuto oltre 1,8 milioni di euro nel 2011 per il lavoro che avrebbe svolto come consulente negli anni precedenti. Tuttavia, non esiste un contratto scritto.

Blatter, 85 anni, non è stato interrogato per più di un’ora e mezza per motivi medici. Ha subito un importante intervento chirurgico al cuore all’inizio di quest’anno. Tuttavia, non è uscito fino a circa tre ore dopo. Ha detto che non aveva molto da riferire e che i colloqui si sono svolti “in una buona atmosfera”. Il suo portavoce in seguito ha indicato che Blatter sarebbe stato interrogato di nuovo martedì. Sembrava “speriamo che sarà pronto dopo”. Sarebbe l’ultimo passo nell’inchiesta di apertura del 2015 contro Blatter e Platini con l’accusa di condanna ingiusta e frode. L’ultimo interrogatorio di Platini è stato a metà marzo.

La FIFA ha sospeso Blatter per otto anni nel 2015 per aver effettuato pagamenti discutibili a Platini. La sospensione è stata poi ridotta a sei anni. Nel marzo 2021, a Blatter fu detto che sarebbe stato bandito per altri sette anni. Il Comitato etico della FIFA ha inoltre ritenuto Blatter colpevole di negligenza ai propri doveri, conflitto di interessi e offerta o accettazione di regali e ricompense. Questa nuova sospensione entrerà in vigore nel mese di ottobre, alla scadenza della vecchia condanna a sei anni.

La FIFA, guidata da Gianni Infantino dal 2016, si rammarica della mancanza di contratto e chiede il rimborso a Platini.

READ  Accordo Lukaku: il Chelsea paga 115 milioni di euro e dovrebbe arrivare a Londra già domani | Notizie su Instagram VTM