QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il governo degli Stati Uniti chiede alla Corte Suprema di vietare nuovamente la legge sull’aborto del Texas | All’estero

Il governo degli Stati Uniti chiederà alla Corte Suprema di bloccare una controversa legge sull’aborto in Texas. Lo ha annunciato venerdì Anthony Cooley, portavoce del Dipartimento di Giustizia.




Il Texas ha introdotto una severa legge sull’aborto all’inizio di settembre. Da allora, la legge è stata un argomento argomento legale. Il 6 ottobre, il giudice Robert Pittman ha sospeso questa legge, ma quella sentenza è stata ribaltata in appello.

Il giudice chiederà ora alla Corte suprema di ribaltare la sentenza di Bateman. L’applicazione ufficiale è attesa nei prossimi giorni.

La cosiddetta “legge del battito cardiaco” vieta la maggior parte degli aborti una volta che il battito cardiaco fetale può essere registrato, di solito dopo circa sei settimane. Ma a questo punto, la maggior parte delle donne non sa di essere incinta. Non c’è nemmeno un’eccezione in caso di stupro o incesto. Un’eccezione può essere fatta solo se la vita della donna è in pericolo.

In passato, leggi simili sono state abrogate perché violano il precedente stabilito dalla Corte Suprema in Roe v. Wade nel 1973. Egli ha affermato questo diritto all’aborto finché il feto non era vitale, fino a 22-24 settimane di gestazione.

Tuttavia, il Texas ha definito la sua legge in modo diverso: non spetta alle autorità far rispettare questa misura, ma “solo” ai cittadini. Pertanto sono incoraggiati a presentare una denuncia contro persone o organizzazioni che aiuterebbero le donne nell’esecuzione di aborti.

La Corte Suprema, che comprende una maggioranza di giudici conservatori, aveva precedentemente deciso di non sospendere la legge con un provvedimento d’urgenza. Tale decisione manterrà la legge per il momento in vigore, in attesa di una pronuncia definitiva sulla sua costituzionalità.

READ  L'amministrazione Trump ha raccolto segretamente dati telefonici da ...

Legale dal 1973, ma è ancora un tema scottante: perché l’aborto continua a dividere gli Stati Uniti?(+)

Non è solo in Texas che il tabù sull’aborto è ancora enorme. Noemi, Hani e Kim testimoniano: ‘Il mio medico mi ha detto con enfasi che era ‘dura contro di lui’(+)