QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il governo federale concede 38 milioni di euro per aiutare l’Ucraina | interno

Il governo federale fornisce oltre 38 milioni di euro per varie iniziative legate all’invasione russa dell’Ucraina. Venerdì il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera. Il denaro proviene da uno stanziamento di 800 milioni di euro che è stato messo da parte durante l’ultima revisione del bilancio dell’Ucraina.

Leggi tutte le notizie sulla guerra in Ucraina in questa vita

Tale totale ammontava a 38.058.322 euro. La spesa è necessaria per rispettare una serie di impegni internazionali, a quanto pare in un comunicato stampa diffuso dai servizi del premier Alexandre de Croo.

Tra questi figurano misure di sostegno al Fondo europeo per la pace, uno strumento di finanziamento che l’UE può utilizzare in caso di conflitto, con un budget di 5 miliardi di euro fino al 2027.
Inoltre, il Belgio fornisce un ulteriore contributo finanziario al Consiglio d’Europa, che ha perso entrate da quando la Russia è stata esclusa dall’organizzazione a causa dell’aggressione in Ucraina.

Infine, il nostro Paese sta contribuendo volontariamente a sei iniziative internazionali per rafforzare lo stato di diritto, i diritti umani e il diritto internazionale umanitario. Questi sono progetti delle Nazioni Unite e dell’UNICEF, tra gli altri.

Venerdì il gabinetto federale ha anche dato ufficialmente il via libera alla riapertura dell’ambasciata belga nella capitale ucraina, Kiev. Accadrà l’11 luglio. Il primo ministro Alexander de Croo ha incontrato giovedì il nuovo ambasciatore belga a Kiev, Peter van de Velde.