QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il leader dell’attacco italiano Ciro Immobile elogia la Roma …

Zero Immobile
Foto: Isopics

Anche Belgio e Italia si sono incontrate agli Europei 2016. Nella prima giornata della fase a gironi, gli italiani hanno battuto i nostri Red Devils 0-2. Lo Zero Immobile era un’alternativa all’assiro dell’epoca. Venerdì l’attaccante della Lazio sarà solitamente titolare e si aspetta una partita difficile per gli italiani. “Il Belgio è una squadra ben organizzata e tecnicamente forte. Dobbiamo essere i numeri uno”, ha detto in conferenza stampa.

Belgio – Italia Cherie A. che ha segnato 24 gol nell’Inter la scorsa stagione. Tuttavia, il leader offensivo degli italiani non voleva che la rincorsa della partita li portasse in giro entrambi. “Per favore non scrivete ‘Immobile vs Lukaku’ venerdì. Questo è Belgio – Italia. Punto. Non confrontateci”, ha strizzato l’occhio durante una conferenza stampa. Allo stesso tempo, Immobile ha ricevuto molti elogi per Big Roma: “Scherzi a parte Penso che Lukaku sia un grande attaccante. È sempre stato veloce e forte, ma sotto Antonio Conte all’Inter ha fatto molti progressi in termini di condizione. Può essere un vantaggio conoscerlo dal campionato italiano. L’ultima volta che ho giocato con la Lazio ha segnato due volte. Quale dei due è migliore? Puoi decidere tu stesso. Mi concentro sulla mia squadra. “

Un titolo in Italia: Gli infortuni di Eden Hazard e Kevin de Bruyne. “L’assenza o la presenza di quei due farà una grande differenza”, crede Immobile. “Sono giocatori fondamentali. Possono creare problemi a qualsiasi squadra. Li prepareremo supponendo che ci saranno. Penso che alla fine ci sarà un sostituto qualificato se non saranno in forma”.

READ  L'amministratore delegato Burberry si è dimesso a seguito di una chiamata dall'Italia

Nel 2016, gli italiani hanno vinto molto bene contro i Devils nella fase a gironi. Questa volta non sarà così semplice, sospetta Immobile. “Rispetto a quelle partite, in Belgio ci sono una dozzina di giocatori in più. Ciò significa che hanno una grande esperienza. Ora sono molto più pronti di quanto non fossero nel 2016. Hanno una struttura molto robusta e sono tecnicamente forti. Dobbiamo giocare prima per andare avanti”, ha detto l’attaccante italiano.