QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il morbillo è ancora in aumento in Europa

Il morbillo è ancora in aumento in Europa

L’OMS e l’UNICEF chiedono una risposta rapida all’epidemia di morbillo in Europa. Le autorità avvertono che milioni di bambini sono a rischio.

Ha aggiunto che il numero di casi di morbillo registrati quest’anno supererà presto il numero totale di casi segnalati nel 2023.

Secondo gli ultimi dati disponibili, nei primi tre mesi del 2024 sono stati ufficialmente segnalati 56.634 casi di morbillo e quattro decessi in 45 dei 53 paesi della regione europea dell’OMS. Per fare un confronto: nell’intero 2023, ci sono stati 61.070 casi e 13 morti. Morti in 41 paesi. Più della metà delle persone che hanno contratto il morbillo nella regione europea dell’OMS nel 2023 sono state ricoverate in ospedale.

Azione immediata
“Anche un singolo caso di morbillo richiede una risposta urgente”, ha affermato Hans Kluge, direttore regionale dell’OMS per l’Europa. “Nessuno dovrebbe subire le conseguenze di questa malattia devastante e facilmente prevenibile. Mi congratulo con ogni Paese che ha accelerato i propri sforzi per fermare la trasmissione attraverso la vaccinazione di recupero. Esorto tutti i paesi ad agire immediatamente – anche se i tassi di vaccinazione complessivi sono elevati – per vaccinare i gruppi vulnerabili e impedire che il virus prenda piede nella società.

Vaccinazione mancata
Quasi la metà dei casi segnalati nel 2023 si è verificata in bambini di età inferiore ai cinque anni, con molti bambini che non hanno ricevuto vaccinazioni di routine contro il morbillo e altre malattie prevenibili con vaccino durante la pandemia di COVID-19, insieme a una lenta ripresa della copertura vaccinale nel 2021 e 2022. . Lo dice l’UNICEF.

Tra i bambini sotto i cinque anni che hanno avuto il morbillo nell’ultimo anno, più di tre quarti non avevano ricevuto una singola dose di vaccino; Il 99% non ha ricevuto le due dosi richieste.

READ  'Durante la visita di maternità, mia suocera ha iniziato a piangere e urlare'

L’accesso a tutte le funzionalità è riservato agli operatori sanitari professionali.

Se sei un operatore sanitario, effettua il login o registrati gratuitamente per ottenere l’accesso completo a questo contenuto.
Se sei un giornalista o vuoi farcelo sapere, scrivi a redactie@rmnet.be.