QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Noma è il miglior ristorante del mondo, dove nasce Hove van Cleef dopo…

E nella città di Anversa, martedì sera sono stati annunciati i cinquanta ristoranti, che sono stati giudicati i più alti da una giuria di esperti. Chef, buongustai, appassionati e giornalisti sono giunti nel nostro Paese da tutto il mondo per partecipare al “W50B”. Agli Oscar della Gastronomia, che sono accompagnati da una grande attenzione mediatica, la domanda principale era chi potesse definirsi il miglior ristorante del mondo ad oggi.

Il mondo ha una nuova capitale culinaria. Sia il migliore che il secondo miglior ristorante del mondo si trovano a Copenhagen, in Danimarca. Agli Oscar della gastronomia, il Noma dello chef Rene Redzepi è stato nominato miglior ristorante del mondo. Nel 2019, l’ultima volta che la lista è stata compilata, era ancora la numero due.

Al secondo posto arriva il geranio dello chef Rasmus Kofod. Erano quinti l’anno scorso. Il bronzo è andato ad Asador Etxebarri ad Axpe, in Spagna. Sono arrivati ​​terzi anche l’anno scorso.

Hof Van Cleve a Kruisem, gestito dallo chef Peter Goossens, si classifica al 36° posto tra i migliori ristoranti del mondo. È stato annunciato martedì durante gli Oscar della gastronomia. Questo lo porta avanti di sette posizioni. Nel 2019, l’ultima volta che è stata fatta la lista, il suo ristorante era ancora 43°. Complessivamente, sono nella lista da quindici anni, dice Goossens. “Penso che sia una punizione per un piccolo Kruechotem belga. Sapevo che quel menu era nato. Molti dei ristoranti che avevo all’epoca erano fuori da un po’. Ne sono orgoglioso”.

Potrebbe vincere lui o qualsiasi altro ristorante belga? “No. Devi avere molti soldi per vincere. Porta la stampa internazionale – e loro votano – da te per un anno o due. Mettili a bordo. I nostri ristoranti non hanno queste risorse. La nostra posizione ha un ruolo anche. Dove vanno molti giornalisti gastronomici? A Barcellona, ​​Madrid, New York… non Kruechotem. Ecco perché penso che sia una meraviglia del mondo che io sia ancora nella lista dopo tutti questi anni”.

READ  Il trailer di un nuovo film dell'attrice Natalie Broadus vuole incoraggiare le persone a parlare di comportamenti offensivi | paziente sociologico

Come ci è riuscito? La mia cucina è senza fumo e non ha fiori. La mia cucina è ciò che le persone vogliono quando vanno al ristorante: buon cibo, buon cibo, essere ben accolti. Questo è il nostro DNA”.

due belgi

Cinquanta dei 100 migliori ristoranti del mondo sono già conosciuti. Si tratta dei numeri da 100 a 51, e in quella lista ci sono Willem Healy in Coccidi a 77 e The Jane in Antwerp di Nick Brill a 66. I primi 50 saranno annunciati martedì pomeriggio in un festoso gala ad Anversa. All’evento parteciperanno 750 persone provenienti da 40 paesi diversi. Le Fiandre hanno pagato 400.000 euro per portare qui la cerimonia di premiazione. Anversa ha aggiunto altri 400.000 euro.

W50B è sempre atteso con impazienza poiché il menu non premia solo il cibo servito. Riguarda l’intera esperienza e spesso indica tendenze che troveranno accettazione ovunque nei prossimi anni. È successo, ad esempio, con la cucina molecolare dello spagnolo El Bulli, già quattro volte numero uno della lista, ma anche con il crescente successo degli ingredienti locali sotto l’influenza del Noma di Copenhagen.

(Notevole)