QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il norvegese Gustav Eden batte il record della competizione alle Hawaii, Vandendriessche 37 e primo belga | Ironman Hawaii

Gustav Eden è andato circa 11 minuti più veloce dell’ultima volta alle Hawaii. Tre anni fa, il tedesco Jan Frodino vinse in 7 ore 51 minuti 13 secondi.

Il record ora gira anche a nome di Iden. Il norvegese ha completato la maratona in 2 ore 36 minuti 15 secondi. Nel 2016, il tedesco Patrick Lange ha corso 42,195 km in 2 ore 39 45 minuti.

Eden ha fatto la differenza anche nella maratona. Dopo 28 chilometri ha lasciato alle spalle il connazionale e campione olimpico Christian Blumenfelt.

Raggruppare il leader Sam Laidlaw (con una pacca sulla spalla) a 6 km dalla linea e vincere alle Hawaii. Laidlow è arrivato secondo, mentre Blummenfelt è arrivato terzo.

Sam Laidlaw, il primo giocatore a vincere dopo Luke van Lerde nel 1996, aveva preso il timone. Il trio di 23 anni non ha evitato le grandi azioni nell’oceano e ha pedalato con l’australiano Max Newman.

Anche il francese di origine inglese ha stabilito un record. Con 4 ore 4 minuti e 36 secondi ha ruotato il miglior tempo sui tavoli. Più veloce dell’uomo Ineos Wurf nel 2018 (4u09’06”).

  1. Gustav Eden (no) – alle 7:40’24”
  2. Sam Laidlow (Fra) – 1’59”
  3. Christian Blumenfelt (No) – 2’59”
  4. Max Newman (Australia) – 4’19”
  5. Joe Skipper (GB) – 13’40”
  6. Sebastian Kinley (Germania) – 15’15”
  7. Lione Chevalier (Francia) – 15’28”
  8. Magnus Detlev (Tana) – 16’13”
  9. Clemente Minion (fra) – 16’33”
  10. Patrick Lange (Germania) – 17’55”
  11. Cameron Whorf (Australia) – 20’26”

Kenneth Vandendriessche era al numero 37 (a 54’31”) e Pieter Heemeryck ha ceduto al mal di schiena.

Succede a Iden Blummenfelt nell’Ironman World Championship Honour Roll. All’inizio di quest’anno, il norvegese ha vinto l’edizione 2021 posticipata (non alle Hawaii, ma a St. George).

READ  Il Paris Saint-Germain non è convinto ma vincerà senza Messi e Neymar del Brest | Ligue 1 Uber Eats 2021/2022