QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il numero di casi di vaiolo delle scimmie nei Paesi Bassi è salito a 54



I sintomi del vaiolo delle scimmie negli esseri umani includono un’eruzione cutanea che spesso inizia sul viso e si diffonde ad altre parti del corpo, febbre e dolori muscolari.


Il virus Monkeypox è stato diagnosticato in 54 persone nei Paesi Bassi. Sono quattordici in più rispetto a giovedì scorso. L’Istituto nazionale per la salute pubblica e l’ambiente (RIVM) ha dichiarato martedì che tutti i pazienti conosciuti finora sono uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini.

Lunedì scorso il contatore si è attestato a 26, quindi il numero di infezioni confermate è quasi raddoppiato in una settimana.

Alcune delle infezioni possono essere fatte risalire a un focolaio al Darklands Festival belga, un evento fetish. Le autorità sanitarie sottolineano che chiunque può contrarre il vaiolo delle scimmie dopo uno stretto contatto con una persona infetta.

Leggi anche: Paura del vaiolo delle scimmie dagli scioperi nei Paesi Bassi: siamo diventati troppo sensibili?

Il virus è originario dell’Africa. Da qualche settimana è scambiato principalmente nei paesi europei. Venerdì 20 maggio è stato riferito per la prima volta che una persona nei Paesi Bassi aveva contratto la malattia.

Le persone possono essere infettate dal virus attraverso il contatto ravvicinato (cutaneo) con una persona che lo porta. Oltre ai caratteristici rigonfiamenti sulla pelle, i pazienti possono manifestare febbre, mal di testa, mal di schiena e ingrossamento dei linfonodi. Il decorso della malattia è generalmente molto lieve, ma con complicazioni la condizione può essere fatale.

Le persone nate prima del 1974 sono ancora vaccinate contro il vaiolo “naturale”, che all’epoca circolava ancora nel mondo. Secondo gli esperti, questo vaccino può anche prevenire il vaiolo delle scimmie.

READ  Il telelavoro è consigliato solo a Bruxelles

Chiunque mostri un risultato positivo per la malattia dovrebbe essere in isolamento. Ciò significa che la persona non è autorizzata a contattare gli altri fino a quando i reclami non sono terminati. I contatti stretti, come i familiari e i partner sessuali, dovrebbero essere isolati per precauzione. GGD può somministrare loro il vaccino contro il vaiolo. In questo modo possono ridurre la possibilità di ammalarsi.