QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il nuovo sostegno militare statunitense a Taiwan potrebbe riaccendere le tensioni con la Cina

Se accetta questo pacchetto di aiuti, Biden minaccia maggiore ostilità nei confronti della Cina. La Cina ha reagito duramente alle visite dei politici occidentali negli ultimi mesi. Soprattutto dopo il viaggio a Taiwan della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi in agosto, le tensioni sono salite al livello più alto degli ultimi anni. In risposta, la Cina ha condotto grandi esercitazioni militari nella regione in segno di protesta (vedi mappa sotto) e ha inscenato uno scenario di guerra.

Il nuovo supporto militare rischia di riaccendere le tensioni tra Cina e Stati Uniti. Ma il conflitto armato non è per domani. La Cina non è pronta militarmente per questo al momento. Gli esperti militari stimano che la Cina sarà sufficientemente attrezzata per un’invasione militare di Taiwan solo tra il 2027 e il 2030.

Tuttavia, ciò non significa che la Cina intenda farlo. Dopotutto, le conseguenze saranno terribili. Per la Cina, la regione e il mondo intero. Molto dipende da cosa accadrà nei prossimi anni, ad esempio con gli stessi taiwanesi che cercano l’indipendenza. Andranno di nuovo alle urne all’inizio del 2024. Ma è generalmente accettato che entro il 2049, quando la Repubblica popolare cinese esiste da esattamente 100 anni, il presidente Xi Jinping voglia vedere Taiwan riattaccata alla madrepatria.

READ  Nuova svolta nello scandalo che circonda le vicende dell'ex britannico...