QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il petrolio diventa di nuovo più caro, il gas più economico

Il principale “ricevitore TTF” olandese per il gas con consegne ad aprile è sceso intorno alle 10:55, in calo del 7,75 percento a 143,81 € per megawattora. Il giorno prima il prezzo del gas era già sceso drasticamente a quasi 156 euro. Questa settimana sono già stati osservati livelli di prezzo fino a 345 euro.

Martedì la Commissione europea ha proposto piani per rendere l’Unione europea meno dipendente dal gas naturale russo a lungo termine. Ha aggiunto che entro la fine di quest’anno dovrebbe essere possibile ridurre di due terzi la domanda europea di gas russo. Ma i commercianti di gas sottolineano che l’UE non parla di sanzioni contro le forniture di gas russe.

Leggi anche. Se guidi a metano, guidi due volte più blu alla pompa

Olio russo sui pneumatici

Il prezzo del petrolio aumenterà. Dopo una dichiarazione dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, in cui le speranze di un aumento della produzione sono state deluse, il petrolio greggio europeo Brent è salito del 4% a 115,38 euro poco prima delle 10:00. All’inizio di oggi c’è stato un aumento del 5,75 per cento. Il greggio West Texas Intermediate è salito del 3,4% a 112,58 dollari al barile.

Mercoledì, il prezzo del greggio Brent è sceso del 13% e quello del West Texas Intermediate del 12%, e i mercati avevano assorbito la decisione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di limitare l’importazione di petrolio russo, si diceva all’epoca.

Riduzione delle spese di produzione

Il ministro delle finanze Vincent van Bettieghem (CD&V) ha invitato i suoi partner di governo a prendere una rapida decisione per frenare l’aumento dei prezzi dell’energia. “Mi sento molto favorevole qui in Parlamento”, ha detto giovedì il ministro durante l’interrogatorio in parlamento. Sembrava notevole: “Mi aspetto lo stesso sostegno dal governo”.

READ  ATTENZIONE: Gli SMS falsi nella casella vocale sono un virus molto fastidioso, cosa dovresti fare se ci clicchi sopra?

Sette gruppi hanno interrogato il vicepremier Van Bettieghem sulle misure sul tavolo del governo. Diversi oratori hanno sollecitato un’azione tempestiva. “Questa è la vite che uso da diversi mesi”, ha confermato Van Pettieghem. “A novembre i prezzi erano preoccupanti, oggi sono insostenibili e se aspettiamo troppo diventeranno insostenibili”.

Ha detto che le proposte sono sul tavolo. Si tratta di abbassare i canoni di produzione al livello più basso consentito dall’Europa, riformare la bolletta energetica e abbassare l’imposta sul valore aggiunto. “Possiamo e dobbiamo prendere decisioni il più rapidamente possibile”, sembrava sorprendente. Ha continuato, perché i prezzi alti prosciugano il bilancio delle famiglie. “Benzina e diesel non sono inclusi nell’indicatore dell’asse. Il tempo scorre. Le persone non possono posticipare il rifornimento. KB è pronto. “

Il suo collega di Energie Tinne Van der Straeten (Verdi) ha confermato che tutte le misure sono sul tavolo e pronte a prendere una decisione. Ho già menzionato un pacchetto globale, che include l’accessibilità delle bollette e un’accelerazione della transizione energetica, perché ciò renderebbe il nostro Paese e la nostra economia più resilienti, afferma van der Straiten.