QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il portiere Miguel Van Dam (28) perde un’ingiusta battaglia contro la leucemia: “Se n’è andato per la sua ultima partita” | Jupiler Pro League

Miguel Van Dam ha iniziato come attaccante all’FC Limpek, ma al Maldigim si è riqualificato come portiere. Lì esordisce all’età di 17 anni in prima squadra, dopodiché viene selezionato dal Cercle Brugge due anni dopo.

Un anno dopo, l’allenatore Lorenzo Styles gli fece annusare per la prima volta la cosa vera, anche se in quelle prime stagioni rimase sostanzialmente una patata. Le cose sono cambiate quando Cercle è stato retrocesso in seconda divisione e la Federazione ha giocato una carta tutta Van Damme in porta.

Proprio quando sembrava affermare il suo nome nel mondo del calcio, il disastro ha colpito. Durante le audizioni per la nuova stagione, a Van Damme è stata diagnosticata la leucemia. Invece di un duro ritiro, il portiere ha dovuto affrontare un estenuante ciclo di chemioterapia.

Van Damme si riprese e fu dichiarato guarito. Tuttavia, sarà sotto la traversa solo altre 5 volte, l’ultima durante le partite dei play-off nel 2019. Più e più volte, la bestia nel suo corpo ha ancora una volta – nonostante il suo grande spirito combattivo – lo ha tenuto fuori dal campo .

A settembre Van Damme ha finalmente sbattuto contro un muro: una cura non era più possibile. Questa sentenza è arrivata due giorni dopo che gli era stato detto che sarebbe diventato padre per la prima volta.

È rimasto fedele a quella paternità imminente nei suoi ultimi mesi: “Voglio fare tutto il possibile per tenere il bambino tra le mie braccia”. Alla fine ci è riuscito, quando ha accolto sua figlia Camille nel maggio dello scorso anno. Ma la felicità durò meno di un anno.

READ  Lionel Messi segna un gol dall'Argentina e sbaglia il futuro della nazionale | Turno preliminare di Coppa del Mondo

Sua moglie Kiana ha scritto in una toccante lettera d’addio: “Ci hai lasciato troppo lentamente. Ma l’hai fatto a modo tuo… così forte”.