QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il post di Dickpic ha reso le cose ancora più difficili per i venditori di matite online

Scientifica srl

NOVITÀmodificata

  • Carmen Durlo

    Editore in linea

  • Carmen Durlo

    Editore in linea

Il tuo telefono vibra nella tua tasca. Sullo schermo viene visualizzato il messaggio “Jochem vuole condividere una foto”. Jochem? Tu non conosci Jochem. La tua curiosità vince e fai clic su accetta. Improvvisamente i genitali di Jochem appaiono sullo schermo.

Le molestie sessuali tramite AirDrop, ad esempio inviando immagini di pene a sconosciuti, sono un problema comune all’estero e accade anche nei Paesi Bassi. Apple ora offre agli utenti la possibilità in un nuovo aggiornamento software di regolare le impostazioni delle funzionalità per prevenire lo spam o persino le molestie sessuali.

AirDrop è una funzione sui dispositivi Apple che utilizza la tecnologia Bluetooth per trovare dispositivi entro 30 piedi. Immagini o file possono essere inviati a tutti i dispositivi su di esso, compresi quelli di persone che non sono nell’elenco dei contatti di qualcuno.

Il destinatario può quindi scegliere di accettare la richiesta. Il mittente con cattive intenzioni spesso non sa a chi sta inviando le immagini. Può anche succedere che una foto (di nudo) finisca con un bambino con uno smartphone. Nel nuovo aggiornamento iOS 16.2, ci sarà un limite di 10 minuti per consentire agli utenti di condividere i file AirDrop con “tutti”. Successivamente, l’impostazione viene automaticamente modificata in “Solo contatti”.

La questione è se l’emendamento risolverà il problema dell’intimidazione.

Prima che me ne rendessi conto, stavo guardando un video di un bambino che faceva sesso con un pollo.

Romano (18)

All’estero c’è molta attenzione su questo e si stanno approvando leggi per impedire il cosiddetto Internet lampeggiante contatore, ma questo non è il caso dei Paesi Bassi. I gruppi di interesse affermano di essere a conoscenza del problema, ma non arrivano rapporti ufficiali. Forse perché le persone non sanno quale hotline chiamare o non sono molestate in modo grave.

Potrebbe anche esserci incertezza su cosa fare con il rapporto. È così che è successo Recenti critiche a N.S Perché un passeggero sul treno non è stato aiutato dopo aver segnalato molestie AirDrop.

Organizzazioni come Fier, Rutgers e Victim Support Experience Centers indicano di essere disponibili ad assistere con questi processi.

Se ne sa di più nel Regno Unito. Plan International ha fatto lì l’anno scorso Ricerca alle molestie e ha parlato con 1.515 ragazze e giovani donne di età compresa tra i 12 e i 21 anni. Il 15% di loro ha riferito di essere stato vittima di Internet lampeggiante. Solo il 16 percento lo ha denunciato alla polizia e al 30 percento di quel gruppo è stato detto che la polizia non poteva fare nulla perché non era un crimine.

Alla fine sono stato in grado di lasciarlo a me stesso, ma penso che ci siano molte persone là fuori che non possono farlo.

Romano (18)

Romy inoltre non ha mai scoperto chi ha inviato il video. L’ho trovato fastidioso. “Non solo mi vergognavo delle persone intorno a me che guardavano anche il video, ma mi guardavo rapidamente intorno per vedere chi mi ha inviato questo. Se qualcuno mi guarda. Lo penserai.”

non riportato. “Alla fine sono stato in grado di lasciarmi andare, ma penso che ci siano molte persone che non possono farlo.”

Venditore ambulante di matite online

Tuttavia, è importante parlarne, afferma il sessuologo Yuri Ulrichs del Rutgers Center of Expertise. Gli effetti negativi di questo comportamento indesiderato possono essere tanto grandi quanto gli effetti delle molestie sessuali fisiche: dalle lamentele per lo stress ai traumi. “Anche l’occultamento dell’identità dell’autore gioca un ruolo qui. Arriva inaspettatamente e ti senti scioccato. In realtà è un venditore ambulante online.”

Ulrichs continua a molestare qualcuno in ogni momento. “Eri abituato ad ansimare, ora le persone vengono molestate tramite AirDrop. L’intimidazione si adatta alle possibilità. Se in futuro verranno inventati nuovi media, anche questo si svilupperà ulteriormente”.

Quindi, come vittima, sappi che non è colpa tua, dice il sessuologo. “Non lo provochi. Perché le persone lo fanno è una storia varia. Dalle prese in giro alla frustrazione o all’ottenere un certo calcio, ma tu non hai niente a che fare con questo.”