QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il premier de Croo: “Non annullare le misure solo se i prezzi dell’energia restano alti” | Notizie Instagram VTM

Se i prezzi dell’energia continueranno a salire a settembre, non solo il governo annullerà le misure adottate per abbassare la bolletta. Lo ha detto il premier Alexandre de Croo (Open Vld) alla Camera dei Deputati. Ha quindi risposto alle critiche dell’opposizione alla bassa imposta sul valore aggiunto sul gas durante i mesi estivi.


TVdB


Ultimo aggiornamento:
16:39


fonte:
BELGA

Durante il periodo delle interrogazioni settimanali alla Camera dei Rappresentanti, il Primo Ministro e Ministro dell’Energia Tine van der Straiten (Gruen) è stato messo alla prova intorno al terzo Il pacchetto di misure approvato lunedì sera dal governo Per mantenere i prezzi bassi. Tale accordo prevede una riduzione temporanea dell’imposta sul valore aggiunto su gas ed elettricità, un assegno carburante di 200 euro e una riduzione dei dazi sulla produzione di gasolio e benzina.

Per l’opposizione, l’accordo è troppo breve e troppo tardi. “In Lidl di solito ottieni uno sconto maggiore rispetto a questo governo”, ha affermato il rappresentante Peter Mertens. Barbara Bass (Flames Belang) ha anche affermato: “I cittadini non sono entusiasti di questo in senso letterale e figurato. Per Bert Wollants (N-VA), anche la convenzione è sbilanciata, perché coloro che riscaldano con olio combustibile ricevono un contributo relativamente molto più alto di quelli chi Gas riscaldato.

“Più veloce e più ampio”

I tre politici hanno anche criticato il fatto che la riduzione dell’imposta sul valore aggiunto sul gas dal 21 al 6 per cento arriverà durante i mesi estivi. Il primo ministro de Croo ha risposto che una valutazione era prevista per settembre. Il presidente del Consiglio ha sottolineato che se si scopre che i prezzi dell’energia sono ancora alti, il governo non solo deciderà di annullare le misure.

READ  Il parlamento fiammingo chiede alla Corte dei conti di rintracciare i contatti

De Crowe ha anche confrontato le misure con le decisioni prese da Paesi Bassi e Francia. Gli interventi del governo belga sembravano andare “più veloci e più ampi”. “Non venire a dire che questo governo non sta prendendo misure rispetto ad altri paesi”, ha detto il primo ministro.

Guarda anche: Il governo ha un accordo sull’energia

Il primo ministro Alexandre de Croo. © BELGA