QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, è spietato per l’entourage di Valijeva: “Quanto è freddo il tuo corpo?” † Giochi invernali

Thomas Bach ha guardato con orrore al pattinaggio artistico femminile ieri. Sebbene il presidente del CIO fosse dispiaciuto per la quindicenne Camila Valjeeva, non si sentiva lo stesso per il suo entourage.

Thomas Bach di solito padroneggiava l’arte della diplomazia, quindi è straordinario che per una volta si esprima acutamente. “Ero così sconvolto quando ieri ho visto la gara di pattinaggio artistico in TV”.

“Prima di tutto sulla prestazione di Valijeva. Quanto è alta la pressione? Da ex atleta, so un po’ di pressione, ma quel tipo di pressione va oltre la mia immaginazione. E questo è per una ragazza di 15 anni”.

“L’ho vista agonizzante sul ghiaccio e come ha cercato di rialzarsi per andare avanti. Probabilmente avrebbe preferito lasciare subito il ghiaccio per lasciarsi tutta questa storia alle spalle”.

Era orribile vedere come la trattava il suo entourage.

Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach

“È terribile vedere questo freddo”

Ma Thomas Bach fu più colpito, non in senso positivo, dall’entourage di Valjeeva. “Sembra che sia stata accolta molto freddamente dal suo entourage più vicino. È stato terrificante da guardare. Invece di confortarla o aiutarla”.

“Sulla base del linguaggio del corpo, puoi percepire l’aria fredda e la distanza. Peggio ancora, hai visto gesti di disapprovazione in TV. Mi chiedevo come facevi a essere così freddo?”

“Quando poi ho letto come è stata trattata Alexandra Troiseva e ho letto le sue dichiarazioni (ho minacciato di smettere subito, vedi “Leggi anche”), temo che la mia impressione di ieri sera non fosse sbagliata.

Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach

“Usi raramente gli steroidi da solo”

“Tutto questo insieme mi dà un po’ di fiducia nell’entourage di Camilla”, continua Bach. Né nel passato né nel futuro.

Quindi Bach insiste per un’indagine sul ruolo dei cortigiani nel caso di doping attorno a Valijeva. “Non solo perché è minore, ma anche perché gli atleti usano raramente gli steroidi da soli”.

Il presidente osserva che il CIO ha una leva limitata per trattare con l’entourage di Valjeeva. “Noi non siamo la polizia”.

L’ultima parola di Bach è di nuovo per Valijeva. “Posso solo avere il supporto della sua famiglia, dei suoi amici e di altri che possono aiutarla in questi tempi molto difficili. Spero che questa non sia stata un’esperienza traumatica per una donna così giovane”.

READ  Bart de Weaver non è d'accordo con la condanna dei membri dell'avamposto, ... (Mechelen)