QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il presidente dell’Unione europea Charles Michel vuole rafforzare le relazioni con i paesi arabi per un accordo energetico | All’estero

Il presidente del Consiglio Charles Michel vuole rafforzare i legami con Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi Uniti e Algeria nell’ambito della risoluzione della crisi energetica. Secondo lui, questi paesi possono fornire più energia all’Unione Europea, che vuole diventare indipendente dalle forniture russe di gas e petrolio.

In un incontro con i media internazionali a Bruxelles ha affermato che il “presidente dell’Unione europea” si recherà in questi paesi nei prossimi giorni “per esplorare le possibilità di forniture alternative”. “Dobbiamo modificare la nostra strategia geopolitica”.

È già stato concordato con l’Algeria che fornirà di più all’Italia e alla Spagna, ma “vogliono anche che l’Unione europea investa nelle telecomunicazioni”, secondo Michel. Sono in corso colloqui con il Qatar sulle spedizioni a breve termine di gas liquefatto (GNL). L’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti vorrebbero vedere l’Europa investire denaro nello sviluppo di idrogeno verde e altre energie rinnovabili. Secondo Michel, i paesi vogliono principalmente sapere se i paesi dell’UE vogliono stipulare contratti a lungo termine.

Il Presidente dell’Unione europea riconosce che in quei paesi esistono questioni relative, ad esempio, ai diritti umani. “Ma negli ultimi anni c’è stato anche un miglioramento in aree come la liberazione delle donne e i diritti dei gay”. Michel vede opportunità per “migliorare standard e valori parlando con loro”.

Secondo Michel, è molto importante che l’Unione europea riduca il proprio consumo di energia per affrontare la crisi energetica e accelerare la transizione verso le energie rinnovabili. Crede che le proposte che la Commissione europea ha portato sul tavolo per aiutare i consumatori a pagare le bollette energetiche siano buone, “ma è necessario ancora di più”.

READ  La crescita della popolazione cinese rallenta al livello più basso dagli anni '70 | all'estero

I ministri della politica energetica dell’UE si incontreranno alla fine di settembre per discutere le proposte della Commissione.