QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Primo Ministro italiano consegna urgentemente i posti di lavoro più importanti nell’UE

Il Primo Ministro italiano consegna urgentemente i posti di lavoro più importanti nell’UE

Giorgia Meloni, Primo Ministro italiano

Novità del NOS

  • Dijn Sati

    Corrispondente dell’Unione Europea

  • Helen D’Hanes

    Corrispondente italiano

  • Dijn Sati

    Corrispondente dell’Unione Europea

  • Helen D’Hanes

    Corrispondente italiano

I leader dei governi europei stanno valutando un’agenda difficile in occasione del vertice UE che si terrà oggi e domani a Bruxelles. Nel menu: discussioni sull’agenda strategica di lunga data dell’UE, sulla guerra a Gaza e sulla guerra in Ucraina, mentre il presidente ucraino Zelenskyj si unisce a Bruxelles. Ma la questione principale è la distribuzione dei posti di lavoro nell’UE nei prossimi cinque anni.

In vista del “vertice sull’occupazione”, i negoziatori a nome dei principali gruppi europei al Parlamento europeo presentano il loro enigma preferito: la democristiana tedesca Ursula van der Leyen (di nuovo) presidente della Commissione europea, il socialdemocratico portoghese Antonio Costa del Consiglio dei L’Europa e la liberale estone Kaja Kallas della UE Il massimo ministro degli Esteri. La presidente in carica del Parlamento europeo Roberta Metzola, democristiana di Malta, sembra quasi certa di essere rieletta. Lo stesso Parlamento europeo (PE) voterà a luglio.

Tre donne e un uomo a Bruxelles sono qualcosa con cui tutti possono convivere dopo decenni in cui ai vertici dell’UE sono soprattutto uomini. E la condizione che i candidati provengano da ogni angolo d’Europa è soddisfatta.

“Rimangono solo frammenti”

In termini di dimensioni, ECR ha sovraperformato il segmento dei rinnovi liberali (insieme a D66 e VVD). La fazione ECR è ora il partito più numeroso, dopo i Democratici Cristiani (PPE) e i Socialdemocratici (S&D).

Subito dopo le elezioni, EVP, S&D e Renew hanno confermato come previsto la loro coalizione di centro, ma la loro completa esclusione di Meloni e ECR dalle discussioni sui posti di lavoro primari non è piaciuta in Italia. Scrive che di Roma restano “solo frammenti”. Repubblica di La. Lo spostamento a destra della politica europea auspicato da Maloney non si è concretizzato.

Urgente

“I capi di governo che rappresentano l’Unione europea hanno fretta di concludere il loro accordo”, dice Nestor tra gli osservatori dell’UE Jan Wertz, affiliato al Centro di conoscenza Montesquieu dell’Aja. “L’urgenza è una buona cosa, ma questa volta è per leader come il presidente francese Emmanuel Macron.”

Il partito di Macron, che ha perso significativamente alle elezioni europee, è membro dei Renew Liberals, che hanno perso 30 seggi al Parlamento europeo. “Quindi aggiorna i suoi pugni sopra il suo peso”, dice Wertz. Per il rinnovo, è conveniente un accordo veloce sui lavori più importanti, comprese le “loro” callas.

Verts: “Ultimamente, c’è una maggiore possibilità che gente come la Meloni, il primo ministro ungherese Viktor Orbán e la leader nazionale di estrema destra del Rassemblement francese Marine Le Pen si uniscano in un nuovo blocco più grande. .” Soprattutto Macron, che secondo i sondaggi d’opinione perderà contro Le Pen alle prossime elezioni parlamentari nel suo paese d’origine, spera quindi di ottenere un rinnovo dell’ultimo minuto in questo vertice UE.

van der Leyen

Orban ha già criticato quello che definisce un accordo dietro le quinte. Secondo lui ciò “non tiene conto dei risultati delle elezioni europee”.

Von der Leyen ha bisogno del sostegno di almeno 361 dei 720 deputati. Se l’estrema destra rimarrà a mani vuote dopo il “vertice sul lavoro”, Van der Leyen otterrà molti voti negativi, si aspetta Eichhout. “Cinque anni fa ce l’ha fatta per un pelo. È molto emozionante vedere come andrà a finire questa volta.”