QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Qatar prevede che i prezzi del gas subiranno forti fluttuazioni negli anni a venire |  Notizia

Il Qatar prevede che i prezzi del gas subiranno forti fluttuazioni negli anni a venire | Notizia

I prezzi del gas possono fluttuare selvaggiamente avanti e indietro negli anni a venire perché ci sarà troppo poca offerta per soddisfare tutta la domanda per molto tempo a venire. E’ quanto ha previsto Saad Al-Kaabi, ministro dell’Energia del Qatar, durante una conferenza nei vicini Emirati Arabi Uniti. “Portiamo molto gas sul mercato, ma non è abbastanza”.

Secondo Al-Kaabi, il prossimo inverno potrebbe essere particolarmente difficile per i consumatori di gas dell’emisfero settentrionale, come i paesi europei. Crede che avrà difficoltà a rifornire le forniture di gas senza gas russo, e questo porterà a prezzi più alti.

Sebbene il Qatar abbia accordi con un certo numero di paesi europei, nel prossimo futuro avrà una capacità di fornitura di gas limitata. Lo stato del Golfo è uno dei maggiori fornitori mondiali di gas e aumenterà la sua capacità produttiva nei prossimi anni. Un progetto da completare nel 2027 consentirà al Qatar di produrre il 60 percento in più di gas rispetto a quello attuale.

Concorrenza tra Europa e Asia

Nei prossimi anni, i paesi in Europa e in Asia continueranno a competere per l’acquisto di gas naturale liquefatto (GNL). La scorsa estate, quando l’Europa ha accelerato i suoi sforzi per ricostituire le forniture, i prezzi del gas sono stati 10 volte superiori alla media a lungo termine. Nel frattempo, il flusso di gas dalla Russia è ulteriormente diminuito, anche perché i paesi europei non volevano più acquistare gas russo a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte di quel paese.

alternative

I prezzi elevati sono un problema anche per il Qatar e altri paesi produttori di gas. A causa di questi prezzi più elevati, i consumatori e le imprese sono alla ricerca di alternative al gas. Ad esempio, si investe di più nell’idrogeno, considerato un’alternativa potenzialmente pulita. Al-Kaabi chiama questa “distruzione esigente” e afferma che è una delle maggiori sfide. “Stiamo assistendo alla distruzione della domanda sia di petrolio che di gas”.

READ  UE e USA raggiungono un accordo sull'invio dei dati dei cittadini negli USA - IT Pro - News

Tuttavia, Al Kaabi e il suo collega Suhail Al Mazrouei degli Emirati Arabi Uniti concordano sul fatto che i combustibili fossili sono tutt’altro che esauriti. “Il gas sarà necessario per molto tempo a venire”, ha detto Mazrouei. Al-Kaabi crede addirittura che il gas sia un indizio per il futuro. Crede che “non sia un carburante di transizione ma un carburante target” all’interno della transizione energetica.

uno sguardo. Esplosione gasdotto in Lituania: fiamme fino a 50 metri

uno sguardo. Questi suggerimenti ti aiuteranno a risparmiare più energia