QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Racing Genk segna quattro volte contro il debole KV Oostende e il rosso Thorstvedt è l’unico downer | Jupiler Pro League 2021/2022

Una partita mai esistita prima. Racing Genk ha semplicemente preso la misura disperata del KV Oostende. Dopo più di mezz’ora gli ospiti erano già in vantaggio 0-3 dopo i gol di Ogbo, Eto’o e Munoz. Con il freno a mano tirato, il Genk ne ha aggiunto un altro dopo il break su Hrosovsky. Il cartellino rosso di Thorstvedt è stato l’unico freno durante la notte. “Abbiamo ancora del lavoro da fare, ma questo è un buon inizio sulla strada giusta”, afferma l’allenatore di Jenk Bernd Stork.

KV Oostende – Racing Genk in poche parole:

  • Momento chiave: Racing Genk mette la partita in una piega cruciale dopo appena 12 minuti. Poi Ostenda è già in svantaggio per 0-2 e dopo non dà mai l’impressione di poter invertire la rotta.
  • uomo partita: Yunya Ito rimane uno dei migliori giocatori del calcio belga. Il giapponese ha mostrato anche questa sera la sua classe, in un ruolo cruciale. Ha fatto l’assist per lo 0-1, ha fatto lo 0-2 e ha sfiorato il raddoppio in due occasioni.
  • distinto: Dietro c’è stato un setaccio stasera ad Ostenda e non era la prima volta in questa stagione. Dopo 21 giorni di partita, la squadra costiera ha subito non meno di 43 gol. Solo Zulte Waregem fa peggio con i suoi 45 pezzi.

Ostenda rende l’acqua veloce

Dopo meno di quindici minuti di ricerca sullo 0-2, non potevi iniziare una partita molto peggiore. Ostenda ha colpito il piede dopo soli 6 minuti quando ha lasciato che Medley battesse facilmente Eto’o a 16. I giapponesi potrebbero offrire a Ogbo il primo gol su un piatto d’argento.

Pochi minuti dopo, anche Eto’o ha segnato un gol da solo. Troppo veloce per Ndika, fuorigioco, su un lancio lungo di Artega e prende anche Hubert. Inizio da sogno per il Genk e foriero di un vero primo tempo. Ostenda, orribilmente debole, si alzò e si voltò verso di lei.

Anche Bongonda voleva unirsi al divertimento del Genk, ma prima si scontrò con Hubert e quando riuscì a passare il portiere, il suo gol fu negato per fuorigioco. 0-3 è rimasto in aria e 10 minuti prima dell’intervallo era arrivato il momento. Munoz colpisce il secondo palo con un cross di Arteaga e guarda la palla sparire in rete con Hubert.

Sfortuna del portiere, ma è l’unico a livello di Ostenda. Lo ha dimostrato tre volte nella fase finale del primo tempo. Prima ha tenuto un Bongonda rotto fuori porta, poi ha avuto ragione con un tiro di Thorstvedt e anche quando Ito è apparso solo davanti a lui, è stato in grado di frustrare lo 0-4.

Hrusovsky completa la festa di Genk, Thorsvedt fa una nota falsa

L’Ostenda ha provato a fare qualcosa nella ripresa, ma non c’è stata nessuna rimonta miracolosa. D’altra parte, avresti dovuto stare attento a ulteriori danni, anche se il tuo Jin non insisteva più fortemente. Thorstvedt sfiora lo 0-4 su calcio d’angolo di Ito, ma ancora una volta Hubert si distingue con una bella scossa.

Combattendo il suo compagno di squadra dall’altra parte contro il sonno, Vandevoordt è entrato in azione solo con un tiro debole di McGeehan. A venti minuti dalla fine, il Genk è di nuovo pericoloso sull’angolo. Thorstvedt ha diretto bene la palla a Ogbo. Ha avuto un secondo della serata in piedi, ma Wylin è stato in grado di girare il suo tiro all’ultimo minuto fuori porta.

Dopo pochi minuti era ancora 0-4. Munoz continua sulla destra e restituisce perfettamente la palla a Hrosovsky dalla linea di fondo. Tira subito la palla nell’angolo più lontano. La festa di Jenk è completa, anche se Thorstvedt fa ancora una nota falsa. Il norvegese è andato molto audacemente su Bätzner ed è subito apparso in rosso.

Genk ha continuato a scegliere di attaccare con solo dieci di loro. Ha quasi segnato il secondo gol di Eto’o, il tiro giapponese ha sbagliato Medley. Anche Paintsil ha avuto un’ottima opportunità sullo 0-5 con un passaggio di Mike Trésor, ma Hubert è appena riuscito a evitare le cifre della sconfitta per Ostenda.

Blissin: “A Genk correvano così veloci mentre noi correvamo”

  • Alexandre Plessin (allenatore KV Ostenda): “Oggi abbiamo giocato con una squadra molto giovane e poi puoi perdere duelli o un passaggio sbagliato. Ma il comportamento in campo non era buono. Con una squadra esperta come il Genk, ho visto come correvano sempre, mentre noi facendo di tutto per correre “Quindi non porti abbastanza. Se non vedo la voglia di vincere nei ragazzi sono in grossi guai. Ma questa è la situazione ora. Questi ragazzi dovrebbero soffrire, ma devono anche svegliarsi. Non si tratta di qualità Genk. Se giochi 5 partite contro il Genk di solito ne perdi 4. Con un po’ di fortuna vincerai, come è successo a noi all’andata, quindi non ho problemi a dire che il Genk era la squadra migliore, avrebbero dovuto vincere qui 5 -0 o 6-0. Spero che possiamo trarre lezioni da questo e che ovviamente possiamo anche recuperare i giocatori infortunati, magari con 2 o 3 nuovi giocatori. “
  • Bernd Stork (Coach Racing Genk): “La squadra ha fatto un ottimo lavoro, abbiamo lavorato tanto anche per questo. Fin dal primo minuto siamo stati molto concentrati e abbiamo dato un po’ di spazio all’Ostenda. Abbiamo le qualità e lo si vede dal numero di occasioni che abbiamo dato. Io sono molto felice e devo congratularmi con la mia squadra. Volevamo vincere l’ultima partita dell’anno e ora possiamo entrare nel nuovo anno con una sensazione positiva. Siamo sulla strada giusta, anche i giocatori stanno migliorando nelle loro posizioni. Noi funziona ancora, ma questo è un buon inizio.”
  1. Il secondo tempo, al 91′, la partita è finita
  2. Il secondo tempo, il minuto 91. La fine. Genk concluderà il 2021 in grande stile con una festa sulla costa. Batte il debole Ostenda 0-4. Ogbo, Eto’o e Munoz hanno già contato KVO nel primo tempo e Hrosovsky ha aumentato il punteggio nella fase finale. L’esclusione di Thorstvedt ha fatto una nota falsa. .
  3. Il secondo tempo, minuto 89. Paintsil sbaglia 0-5. Mike Tresor è corso sulla destra e ha dato a Paintzel il punteggio di 0-5, ma ha finito in modo molto approssimativo e Hubert potrebbe ancora calciare la palla nell’angolo. .
  4. Cartellino giallo per Karel Eating del KRC Genk nel secondo tempo, minuto 88
  5. Secondo tempo, minuto 87. Sostituzioni in KRC Genk, Carlos Cuesta e Daniel Munoz
  6. Secondo tempo, minuto 86. Sostituzione in KRC Genk, dentro Carel Eiting, fuori Patrik Hrošovský
  7. Secondo tempo, minuto 86. Sostituzione in KRC Genk, Mike Trésor dentro, Junya Ito fuori
  8. La ripresa, minuto 86. Il tiro di Eto’o è deviato. Eto’o ha un’ottima occasione prima di deviare a lato. La palla cade ai suoi piedi con un po’ di fortuna, ma il suo tiro storto fa solo un angolo. .
  9. Secondo tempo, 84′ minuto.
  10. Cartellino rosso per Christian Thor, beneficiato dal KRC Genk nel secondo tempo, 83° minuto
  11. Secondo tempo, minuto 83. Thorstvedt fa una nota stonata. Quindi macchia la notte della festa per il tuo genk. Thorstvedt risponde molto audacemente a Bätzner ed è giustamente escluso. I visitatori devono completare la fase finale con dieci. .
  12. Secondo tempo, minuto 79. Sostituzioni in KRC Genk, Joseph Paintsil e Ike Ugbo
  13. La seconda metà, il minuto 78. Hrosovsky ha spinto il coltello in profondità nella ferita. Ostenda ha ancora ottenuto il quarto gol. Munoz raggiunge la linea di fondo e restituisce bene la palla a Hrosovsky. Tira 0-4 contemporaneamente nell’angolo più lontano. .
  14. Un gol nel secondo tempo, al 78′, di Patrick Hrosovsky, giocatore del KRC Genk. 0, 4.
  15. Secondo tempo, 78′.
  16. Secondo tempo, minuto 73. Sostituzione nel KRC Genk, dentro Luca Oyen, fuori Theo Bongonda
  17. Secondo tempo, 72′, Willen trattiene Ogbo dal secondo gol. Il Genk si avvicina ancora allo 0-4, ancora in corner. Thorstvedt allunga bene la palla a Ugbo. Ha messo su il suo secondo piede della serata, ma Wylin ha potuto solo girare il suo tiro in angolo. & nbsp; .
  18. La ripresa, al 68′, Ambrose resta in area di rigore dopo la collisione con Lokomi. È richiesta la sponsorizzazione del giocatore KVO. Nel frattempo, Blessin e Storck stanno combattendo una battaglia in disparte. .
  19. Secondo tempo, 64° minuto.
  20. Secondo tempo, minuto 62. Finalmente in campo Vanvoort. Dopo aver perso palla a Genk, Bätzner può preparare l’attacco di Ostenda. Porta la palla a McGeehan, ma il suo tiro non mette in imbarazzo Vandevoordt. Il portiere del Genk è riuscito a sentire la palla per un po’. .
READ  Roland Garros. Serena Williams supera il primo ostacolo, esce subito Muguruza - Federer torna a brillare sulla terra battuta parigina - | Roland Garros