QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il sequenziamento di nuova generazione migliora notevolmente la prognosi del linfoma

Il cancro dei linfonodi è una forma di cancro del sangue che deriva da una crescita eccessiva maligna di globuli bianchi nei linfonodi. Ogni anno si aggiungono circa 3.600 nuovi casi nel nostro Paese, e nel 15% dei casi si tratta di linfoma di Hodgkin, detto anche morbo di Hodgkin. Il restante 85% dei casi è rappresentato da linfoma non Hodgkin. Grazie a un nuovo metodo diagnostico sviluppato presso Radboudumc a Nijmegen, i patologi sono ora in grado di rilevare meglio le malattie.

Infiammazione o tumore?

Utilizzando il sequenziamento di nuova generazione, una biopsia linfonodale ingrandita con il sequenziamento di nuova generazione può distinguere rapidamente tra infiammazione innocua e tumore. L’analisi si basa sul codice del DNA delle molecole recettoriali nei globuli bianchi. Diversi globuli bianchi contengono diversi tipi di quelle molecole, ognuna con il proprio codice univoco nel DNA. Nel cancro, un globulo bianco cresce fino a diventare un tumore. Quindi le cellule del tumore hanno tutte la stessa molecola recettore e quindi lo stesso codice DNA, e queste cellule in realtà formano un clone. D’altra parte, se si verifica un’infiammazione, la varianza in queste molecole sarà molto maggiore. L’analisi del DNA determina se una biopsia contiene un’infiammazione o un tumore in base alla diversità delle molecole del recettore.

Nel metodo tradizionale, gli specialisti di laboratorio osservano questa differenza in base alle lunghezze dei frammenti di DNA, che contengono informazioni sulle molecole dei recettori. Il nuovo test che utilizza il sequenziamento di nuova generazione analizza il materiale genetico in modo più dettagliato e fornisce informazioni più specifiche. Nel linfoma di Hodgkin, questo porta a un’identificazione tre o quattro volte migliore dei codici DNA univoci.

READ  Il farmaco migliora l'elaborazione della stimolazione nei bambini con autismo

rete europea

Il nuovo metodo, sviluppato all’interno della rete europea EuroClonality, dovrebbe essere disponibile entro il prossimo anno per la diagnostica standard a Radboudumc. Inoltre, la rete europea sta lavorando con un’azienda su un kit pronto per questo test diagnostico, in modo che il metodo possa essere facilmente implementato in altri ospedali.

La nuova tecnologia offre un altro vantaggio. È anche possibile distinguere tra nuovi tumori o vecchi tumori ricorrenti. La differenziazione è necessaria perché il nuovo tumore di solito non mostra rifrazione e quindi richiede un trattamento meno intensivo. Con tutte le conseguenze che ne conseguono per il benessere generale del paziente. In futuro, la nuova forma di diagnosi potrebbe anche essere in grado di predeterminare quali pazienti risponderanno o meno a determinati trattamenti.

riferimento

Van Bladel DAG, Van den Brand M, Rijntjes J et al. Valutazione clonogenica e rilevamento della diversità clonale nel linfoma di Hodgkin classico mediante sequenziamento di nuova generazione di riarrangiamenti genici immunitari. Mod Patul. 3 dicembre 2021 doi: 10.1038/s41379-021-00983-8. Pubblicazione elettronica prima della stampa. PMID: 34862451.