QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il settore culturale dirà presto a Bruxelles: “Ci sentiamo molto presi di mira” (Bruxelles)

immagine del tema © EPA-EFE

Operatori culturali e simpatizzanti del settore culturale si riuniscono domenica alle 14 al Mont des Arts di Bruxelles per protestare contro le nuove misure decise dal comitato consultivo. Da oggi dovranno riaprire le sale della cultura, il che va contro il parere scientifico del gruppo di esperti GEMS. Sono attese diverse migliaia di manifestanti.

GVfonte: belga

Il podio è centrale domenica durante una dimostrazione statica del settore culturale a Kunstberg. Inizialmente, la protesta doveva svolgersi a Muntplein, ma è stata trasferita “a causa del successo” a Kunstberg. Secondo gli organizzatori e le stime della polizia, parteciperanno più di 5.000 persone.

Leggi anche. La polizia di Bruxelles non verificherà la chiusura forzata dei cinema di protesta, i sindaci sostengono la resistenza: ‘Nessuna intenzione di inviare carri armati’

Ci saranno discorsi di persone del vasto settore culturale e, naturalmente, spettacoli sul palco la domenica. Tra gli altri, si rivolgono alla folla l’attore e regista teatrale Stanny Kretz, il direttore artistico di Koninklijke Flemsey Schaeuburg Michael de Kock, il direttore dell’Opera de Mont Peter de Calloy e il regista di Charleroi d’Anne Buzzini. I ballerini di Anne Teresa De Keersmaeker, il cantautore Meskerem Mees e molti altri offrono interventi artistici.

“La manifestazione mira a mettere in luce la disuguaglianza e l’irrazionalità delle regole. Dopo due anni di stallo, questo è un messaggio molto importante”, spiega l’organizzatrice Catherine Vermeer. “È un caloroso invito che possiamo riaprire, perché abbiamo già investito e sviluppato molto per farlo. Ci sentiamo molto presi di mira”, dice.

Il settore culturale chiede un incontro pacifico ed esige che tutti indossino la mascherina e mantengano la necessaria distanza.

READ  Kevin Janssens esprime in "Het huis": "Mia nonna è venuta a ...