QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il settore turistico marocchino denuncia le rigide restrizioni di Corona | all’estero

Il settore del turismo in Marocco è gravato dalle rigide restrizioni legate al virus Corona applicate nel paese, come ad Zona interdetta al volo completa. Secondo i denuncianti, queste misure danneggiano la posizione concorrenziale dello Stato. I vacanzieri scelgono destinazioni alternative come Egitto e Turchia, o almeno così sembra.




Il Marocco ha chiuso i suoi confini alla fine di novembre e non li riaprirà fino alla fine di gennaio. Il paese ha anche vietato le celebrazioni del capodanno e ha normative severe quando si tratta di certificati di vaccinazione in risposta alla variante omikron del coronavirus.

Lahcen Zelmatt, presidente della Federazione alberghiera marocchina, ha definito le restrizioni “ingiuste” perché il Paese sta perdendo turisti a favore di altri concorrenti mediterranei. Zelmatt ha affermato che gli hotel di Marrakesh, una delle principali attrazioni turistiche, hanno un tasso di occupazione di solo il 14% durante l’alta stagione. Non è solo nella sua denuncia. Anche i tour operator e i ristoratori sono critici nei confronti della politica marocchina.

Nel 2019, l’ultimo anno prima della crisi di Corona, il Marocco ha guadagnato circa 7 miliardi di euro nel turismo. Questo rappresenta circa il 7% dell’economia marocchina. La banca centrale del paese prevede che il settore valga poco meno di 3,2 miliardi di euro quest’anno.

Quando le frontiere verranno riaperte, il Marocco avrà difficoltà a riscaldare nuovamente i turisti a causa dell’improvvisa chiusura delle frontiere, come teme l’industria del turismo. Inoltre, il turismo domestico non è abbastanza vicino per sopperire alla mancanza di turisti stranieri.

Il governo paga un bonus di 2.000 dirham (190 euro) ai lavoratori del turismo colpiti dalla crisi. I denuncianti affermano che tale assistenza non si applica alle aziende e ai lavoratori che guadagnano indirettamente il proprio sostentamento attraverso il turismo.

READ  Il capo di Ryanair vuole l'intervento militare negli aeroporti britannici | Per viaggiare

Il Marocco è il paese più vaccinato dell’Africa. 23 milioni di persone su una popolazione totale di 36 milioni hanno già ricevuto due colpi. Quasi 3 milioni di persone hanno ricevuto un’iniezione di richiamo.