QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il successo non cancella le cicatrici del bullismo, Kristoff lo sa, e non è solo

Il successo non cancella le cicatrici del bullismo, Kristoff lo sa, e non è solo

Le conseguenze del bullismo infantile possono essere avvertite decenni dopo, mostrando la toccante testimonianza di Christophe. Come ti riprendi da quelle cicatrici? “Attraverso il trattamento posso rinunciare più spesso.”

Giovanni Lelong

Non solo ha iniziato la sua lunga carriera di successo come cantante con Christophe partecipando al Visualizza il mix audio. In un’intervista a questo giornale, testimonia che questo spettacolo ha segnato anche l’inizio degli anni del bullismo a scuola. “Ero quello strano là fuori, vero, perché il mondo dello spettacolo è stato immediatamente associato all’omosessualità”, dice Kristoff in quell’intervista. Del resto, il cantante fiammingo che imitava Luke Steno, non poteva che essere gay. Da bambino era molto, molto difficile. Ogni mia mossa era controllata, per paura che potessero pensare che mi piacessero i ragazzi”.

Il cantante 46enne, noto per canzoni come “A star” e “Seven Sins”, è rimasto a casa per mesi a causa del bullismo e alla fine ha cambiato scuola. Il cantante ammette di soffrire ancora oggi le conseguenze di quel bullismo. Ad esempio, evita ancora di andare a fare la spesa verso le quattro del pomeriggio, quando finisce la scuola.

Cristoforo.Immagine © Stefan Timmermann

“Quando ho letto l’intervista, ho pensato: questo è, purtroppo, un tipico esempio dell’impatto che il bullismo può avere sui giovani nel corso degli anni”, afferma l’esperto di bullismo J. Depot, presidente della rete fiamminga Scegli un colore contro il bullismo .

Queste conseguenze a lungo termine sono state dimostrate anche nella ricerca dell’Università di Anversa, dell’Università di Tilburg e della Open University di Heerlen, che ha chiesto a più di mille giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni della loro esperienza con il bullismo. hanno mostrato che i giovani vittime di bullismo spesso avevano un’immagine di sé meno positiva ed erano più ansiosi quando stabilivano nuovi contatti sociali. Un grosso problema sociale, se si sa che un giovane fiammingo su cinque ha indicato a febbraio di essere stato vittima di bullismo nei mesi precedenti.

READ  Il giovane pilota cade dall'aereo durante l'atterraggio di emergenza e muore

“Il bullismo ha conseguenze a lungo termine perché colpisce le persone che sono al centro di ciò che sono”, afferma Deboutte. “Sebbene i bulli spesso scelgano solo un bersaglio, le vittime hanno l’idea che il comportamento di bullismo abbia qualcosa a che fare con la loro personalità. Adottano quei pregiudizi o insulti dagli altri. Questi possono diventare cicatrici che rimarranno per sempre, anche con coloro che hanno avuto buoni relazioni e carriere di successo.” Anni dopo.”

Anche autore e la mattinaL’editorialista Saskia DeCoster (47) sa che alcune delle cicatrici causate dal bullismo sono difficili da rimuovere. È diventata vittima di bullismo quando ha cambiato scuola alla fine delle elementari. “Ero comunque già un’estranea alla scuola femminile, perché mi vestivo in modo diverso. Ero anche molto desiderosa di imparare, discutevo con gli insegnanti e scrivevo tutto il tempo. Alla fine, la mia migliore amica ha iniziato a molestare”. Accadde così che de Coster trovasse della carta argentata tra i suoi panini, o che le venissero lanciati dei palloni da basket in testa. Ma la cosa peggiore, sentiva, era che non era lì per i suoi compagni di classe.

Autore noto e editorialista presso

L’autrice e editorialista di “De Morgen” Saskia De Coster (47) sa che alcune delle cicatrici causate dal bullismo possono ancora essere difficili da rimuovere.Statua di Thomas Swertweger

Come Christophe, ha indicato che questo potrebbe continuare a funzionare oggi. “Sabato ero a una festa, dove non conoscevo i tre quarti dei presenti. In tali situazioni, posso ancora facilmente superare i pensieri negativi. ‘Ho fatto qualcosa di male?’ “Ho detto qualcosa di strano?” Anche se spesso non c’è motivo.

READ  Netflix arriverà presto con un nuovo film sul sesso

Dopo le molestie, DeCoster iniziò anche ad assumere una posizione più dura nei confronti degli estranei. Secondo lei, la terapia ha aiutato a prenderne le distanze. “Spesso tendevo a voler essere molto forte, per dimostrare che potevo fare tutto da solo. A volte posso reagire in modo molto duro. In parte a causa della terapia, ora ne sono più consapevole e posso lasciarlo andare più spesso .”

La figlia di Van Lowe.  Fare musica era un modo per mostrare ai bulli che c'era qualcosa che non andava in me.  Immagine VRT

La figlia di Van Lowe. Fare musica era un modo per mostrare ai bulli che c’era qualcosa che non andava in me.Immagine VRT

Anche in altre aree, le persone vittime di bullismo a volte sviluppano una sorta di assertività. Ad esempio, il cantante Bent van Looy ha già ammesso di essersi inizialmente buttato nella musica per vendicarsi dei bulli in gioventù. “Anche nei primi anni di Das Pop, fare musica era un modo per mostrare ai bulli che qualcosa era diventato di me. Fortunatamente, sono stato in grado di lasciarlo andare e oggi faccio arte solo per l’arte”. talento.

Lavorare con l’ambiente

Coloro che sono vittime di bullismo spesso cercano strategie per mitigare il comportamento di bullismo. Con Kristoff, consisteva nell’autoironia, sperando di anticipare i bulli. “Questo può essere una sorta di salvataggio temporaneo”, afferma DeBot. “Ma ovviamente non offre una soluzione, perché in realtà stai seguendo il comportamento del bullo e ti assicuri che qualcosa non va in te.”

Quindi pensa che non dovremmo concentrarci sui meccanismi di coping della vittima, su come affronta il problema. Il comportamento di bullismo si manifesta principalmente nell’ambiente tossico. Si tratta soprattutto di lavorarci con tutto l’ambiente, da studente a studente”.

Ciò inizia con lo sviluppo di una forte politica antibullismo, che viene comunicata anche a studenti e genitori. Dovrebbero esserci anche punti di segnalazione chiari dove gli studenti possono recarsi. “Ma tutto dipende dalle capacità dell’insegnante di essere in grado di leggere la classe e intervenire tempestivamente in caso di problemi”, afferma Deboutte. “Il know-how e la sensibilità necessari per una classe sono indispensabili. Quindi sono preoccupato che l’attuale carenza di insegnanti manterrà i problemi sotto il radar per molto tempo”.

Ulteriori informazioni sul bullismo e su cosa puoi fare al riguardo sono disponibili all’indirizzo alloverpesten.be