QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il trattamento dell’acne può fornire conforto nella nostra battaglia contro la febbre dengue e il temuto virus Zika

Le zanzare sono attratte dall’odore delle persone con la febbre dengue o dal virus Zika. Ma ora gli scienziati stanno ponendo fine a questo con un trattamento sorprendente.

I virus Dengue e Zika dipendono dalle zanzare per sopravvivere. Quando una zanzara sana punge una persona con la febbre dengue o il virus Zika, la zanzara stessa può essere infettata e quindi diffondere questi virus a nuove vittime. I ricercatori hanno ora scoperto che i virus dengue e Zika hanno sviluppato un modo complicato per accelerare questa diffusione. Ora che i ricercatori capiscono meglio come funzionano questi virus, possono fare qualcosa per sbarazzarsene.

Dengue e virus Zika
Sia il virus dengue, che causa la febbre dengue, sia il virus Zika, che può infettarti con la febbre Zika, tra le altre cose, sono virus che preoccupano gli scienziati. Il ricercatore Gong Cheng ha detto in un’intervista con Scienziati. nl† “Ogni anno provoca 390 milioni di infezioni, principalmente nelle zone tropicali e subtropicali. 500.000 persone si ammalano gravemente e l’infezione ne uccide fino a 20.000”. Ma non è da sottovalutare nemmeno il virus Zika. Sebbene sia raro che il virus Zika ti faccia ammalare gravemente, un recente focolaio in Sud America ha causato gravi difetti alla nascita nei bambini non ancora nati di donne incinte infette. “Inoltre, l’infezione da virus Zika può causare vari problemi neurologici”, continua Cheng. “Pensa, per esempio, alla sindrome di Guillain-Barré.” Questa è una malattia in cui i muscoli delle braccia, delle gambe e del tronco si indeboliscono in pochi giorni o settimane. A volte le persone possono diventare de facto paralizzate. Sia il virus dengue che il virus Zika sono attualmente liberi di funzionare poiché non ci sono ancora farmaci o trattamenti.

READ  Ricerca Radboudumc: il coronavirus può portare a una grave insufficienza renale

zanzara
Sappiamo che entrambi i virus fanno buon uso della zanzara della febbre gialla (Aedes aegypti) Per saltare da una persona all’altra. Ma come funziona esattamente questa distribuzione? Presto è diventato chiaro ai ricercatori che una zanzara, se ha la possibilità di scegliere, ha maggiori probabilità di mordere una persona con la dengue o il virus Zika rispetto a una persona non infetta. Questo è a favore del virus. Perché quando una zanzara sana punge una persona infetta, può, come abbiamo detto, infettare il virus stesso e poi diffonderlo a nuove persone.

andando
Tuttavia, la domanda scottante è perché le zanzare prendono di mira specificamente le persone con la febbre dengue o il virus Zika. Per indagare, Cheng e il suo team hanno studiato campioni di odori di topi e umani infetti. Questo porta a una scoperta sorprendente. Sia i topi infetti che gli esseri umani sembrano secernere livelli anormalmente elevati di acetofenone, il che lo rende “piacevole” per le zanzare. Questo composto si trova anche in molti frutti e in alcuni tipi di formaggio.

Torte appena sfornate
Presto l’alba inizia sui ricercatori. “Abbiamo scoperto che aumentando la secrezione di acetofenone, i virus attirano le zanzare”, afferma Cheng. Quando il virus invade un ospite, il virus compete con le cellule del corpo per il controllo di una proteina chiave che regola la composizione del microbioma cutaneo: RELMα. E se il virus vince, sembra sopprimere l’espressione RELMα. Ciò fa sì che i batteri della pelle che producono acetofenone facciano gli straordinari. “Di conseguenza, alcuni batteri si moltiplicano molto e producono più acetofenone”, spiega Cheng. “Improvvisamente, questi pazienti hanno un odore buono per le zanzare come un vassoio di biscotti freschi per un gruppo di bambini di cinque anni”.

READ  Due morti segnalate per Ebola nella Repubblica Democratica del Congo

“Improvvisamente, questi pazienti hanno un odore buono per le zanzare come un vassoio di biscotti freschi per un gruppo di bambini di cinque anni”.

Più intelligente, più intelligente, più intelligente
Ciò significa che i virus hanno sviluppato un modo incredibilmente ingannevole per attirare le zanzare in modo che possano diffondersi più rapidamente. “Questo è davvero intelligente”, dice anche Cheng. Ma i ricercatori sono più intelligenti. Ora che hanno scoperto che aumentare il rilascio di acetofenone attira le zanzare, hanno deciso di escogitare un modo per ridurne il rilascio. Perché se le persone infette hanno un odore meno gradevole, mordono di meno, il che a sua volta limita la diffusione dei virus.

Trattamento per l’acne
I ricercatori hanno deciso di cercare un modo per aiutare le cellule a vincere il tiro alla fune su RELMα, mantenendo normali i livelli di acetofenone. Dopo aver esaminato la letteratura disponibile su RELMα, Cheng ha voluto verificare se l’isotretinoina (comunemente usata come farmaco per l’acne grave) potesse sopprimere la produzione di acetofenone. L’esperimento è stato semplice: ha applicato topi infetti da isotretinoina e li ha messi in una gabbia con le zanzare. I risultati sono incoraggianti. Si è scoperto che questi topi infetti avevano improvvisamente un odore meno gradevole, attirando meno zanzare. Non sembra esserci alcuna differenza tra questi topi e altri animali non infetti rispetto alle zanzare.

Il mondo reale
I risultati sono promettenti. Perché i ricercatori ora potrebbero aver scoperto un modo efficace per rallentare la diffusione della dengue e del virus Zika. I ricercatori ora vogliono vedere come le loro scoperte si traducono nel mondo reale. “Abbiamo in programma di fornire isotretinoina dietetica ai pazienti con dengue”, ha detto Cheng. Abbiamo collaborato con i nostri colleghi malesi per testare questa strategia nelle aree endemiche della dengue. Puntiamo ad iniziare il processo nella seconda metà di quest’anno”.

READ  Come sbarazzarsi del grasso della pancia?

recettori degli odori
Allo stesso tempo, trattano anche il problema delle zanzare. “Vogliamo cercare i recettori olfattivi specifici attraverso i quali le zanzare riconoscono l’acetofenone”, spiega Cheng. Quindi vogliamo rimuovere i geni che codificano per questo dalla popolazione di zanzare. È intelligente. Senza specifici recettori olfattivi, le zanzare non sarebbero in grado di annusare l’acetofenone. Pertanto, non cercheranno più persone infette dal virus dengue o dal virus Zika.

Entrambi gli approcci sono promettenti. Perché se le zanzare non prendono più di mira le persone infette, potrebbero ridurre significativamente la diffusione dei virus. Nel caso più ottimista, ciò potrebbe portare alla scomparsa per sempre dei virus dalla faccia della terra.