QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il tuo partner firma il contratto di locazione: sei obbligato anche tu? Legge e denaro

La firma del contratto di locazione ha delle conseguenze. Se noleggi qualcosa con il tuo partner, dovresti sapere che c’è una differenza a seconda che tu sia sposato, legale o convivente di fatto.

La forma della convivenza gioca ancora un ruolo importante nei tuoi diritti e doveri. È il caso del diritto successorio, ma anche del divorzio, del finanziamento e della pensione di successione. E non dimenticare: quando firmi un contratto di locazione.

sposato

Se siete sposati, non importa se firmate entrambi il contratto di locazione o solo uno di voi. Anche se un solo partner firma il contratto di locazione, anche l’altro è vincolato da danni, canone e cauzioni e ha gli stessi diritti. Devi l’intero affitto arretrato (non tutta la metà). Nessuno di voi può terminare il contratto di locazione da solo. Il proprietario deve annullare entrambi i partner se desidera risolvere il contratto.

Conviventi legali

Per quanto riguarda il contratto di locazione, i conviventi legali (che hanno presentato dichiarazione di convivenza al comune) hanno esattamente gli stessi diritti e doveri dei coniugi. Per mera convivenza, l’altro convivente diventa per legge co-affittuario ed è quindi solidalmente obbligato al pagamento dell’intero canone. Il proprietario deve terminare entrambi i partner.

Se i conviventi legali si separano, si raccomanda di modificare il contratto di locazione d’intesa con il locatore, in modo che la persona che esce non sia più responsabile per l’eventuale affitto tardivo.

Conviventi reali

Solo il partner che ha firmato il contratto è obbligato. È l’unico responsabile del pagamento dell’affitto e può annullare l’affitto solo senza il consenso dell’altro partner. Se non firmi, non sarai tenuto a pagare il deposito, il risarcimento del danno o l’affitto tardivo. Ma se non firmi, il tuo partner di firma può annullare il contratto di locazione senza coinvolgerti. E se il tuo partner muore, tu come convivente non hai diritto a reclamare la casa. Il locatore può disdire il contratto di locazione. Quindi il vero convivente che non firma il contratto di locazione non ha alcun obbligo, ma nemmeno diritto!

READ  Rumor: Discord ha concluso i colloqui con Microsoft su una potenziale acquisizione - IT Pro - Notizie

fonte: Convivenza e locazione: quali sono i tuoi diritti e doveri in relazione alla casa familiare se convivi di fatto o legalmente? | Notaris.be – Domande frequenti

La forma della convivenza gioca ancora un ruolo importante nei tuoi diritti e doveri. È il caso del diritto successorio, ma anche del divorzio, del finanziamento e della pensione di successione. E non dimenticare: quando firmi un contratto di locazione, se sei sposato, non importa se firmi il contratto di locazione o solo tu. Anche se un solo partner firma il contratto di locazione, anche l’altro è vincolato da danni, canone e cauzioni e ha gli stessi diritti. Devi l’intero affitto arretrato (non tutta la metà). Nessuno di voi può terminare il contratto di locazione da solo. Il proprietario deve annullare entrambi i partner se desidera risolvere il contratto. Per quanto riguarda il contratto di locazione, i conviventi legali (che hanno presentato dichiarazione di convivenza al comune) hanno esattamente gli stessi diritti e doveri dei coniugi. Per mera convivenza, l’altro convivente diventa per legge co-affittuario ed è quindi solidalmente obbligato al pagamento dell’intero canone. Il proprietario deve terminare entrambi i partner. Se i conviventi legali si separano, è consigliabile modificare il contratto di locazione di concerto con il locatore, in modo che la persona che esce non possa più essere ritenuta responsabile per eventuali locazioni tardive. È vincolante solo il partner che ha firmato il contratto. È l’unico responsabile del pagamento dell’affitto e può annullare l’affitto solo senza il consenso dell’altro partner. Se non firmi, non sarai tenuto a pagare il deposito, il risarcimento del danno o l’affitto tardivo. Ma se non firmi, il tuo partner di firma può annullare il contratto di locazione senza coinvolgerti. E se il tuo partner muore, tu come convivente non hai diritto a reclamare la casa. Il locatore può disdire il contratto di locazione. Quindi, il convivente effettivo che non firma il contratto di locazione non ha alcun obbligo, ma nemmeno diritto! | Notaris.be – Domande frequenti

READ  Nell'app mancano le migliori app della settimana 32-2021