QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il turista belga che ha causato l’incidente sul lago di Como ha stipulato un contratto con un tribunale italiano

Luca Fucci (a sinistra) Clay W. (Destra) non è scappato dal fondo della barca diretta. © rr

Un giovane turista belga condannato per omicidio colposo in Italia con l’accusa di aver causato un tragico incidente sul lago di Como a fine giugno ha concordato con il tribunale due anni di reclusione e un risarcimento. Lo riporta il quotidiano Il Corriere della Sera.

jvhFonte: Corriere della Serra, Belgio

Il 25 giugno, Clay W. guidava un grande motoscafo che trasportava undici turisti belgi. (21), che si è scontrato con un’altra imbarcazione nei pressi di Villa Palpianello. Luca Fucci, un italiano di 22 anni che viaggiava con altri due su quell’ultima barca, è stato ucciso.

Leggi di più. Fiammingo, 21 anni, è stato posto agli arresti domiciliari in Italia dopo un incidente in barca sul lago di Como: “Sulla barca era in corso una festa”

Il turista belga è agli arresti domiciliari nella casa di vacanza della sua famiglia a Lenovo. L’avvocato ha archiviato il caso dieci giorni fa e ha accettato la proposta del suo avvocato di due anni di reclusione e risarcimento. Le restrizioni sono state ora revocate a seguito della risoluzione del contratto e la donna potrebbe lasciare il Paese.

L’accordo non è stato ancora ratificato

L’accordo deve ancora essere approvato dalla corte, che avrà luogo a novembre. Intanto W. Sebbene la famiglia di W. abbia già versato l’anticipo ai genitori e alla sorella della vittima, l’importo del risarcimento non è stato ancora determinato.

Secondo la famiglia italiana della vittima, il can Corriere della sera Trovato nel contratto. “Apprezziamo pienamente quanto deciso dal tribunale sulle sanzioni alternative. Ci auguriamo che le autorità tengano conto dell’impareggiabile gravità dei fatti e della vita straordinaria di Luca.

Da una buona fonte apprendiamo che spetta al giudice decidere a novembre se Klia W. debba scontare la pena in Italia o essere trasferita nel nostro Paese. Se un giudice italiano le permette di scontare la pena nel nostro Paese, ci sono altre due strade. Se il verdetto viene emesso prima del 1 dicembre – se sembra così – potrebbe ottenere un braccialetto alla caviglia. Se condannato dopo il 1° dicembre, potrebbe rischiare l’ergastolo. Quest’ultimo è stato il risultato della decisione del ministro von Quickenborn di rendere utili le “frasi brevi”.

READ  La gioia del calcio assume una dimensione in più in Italia a causa dell'epidemia