QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il virologo Morck afferma che “Corona” non è scomparso, ma non sono necessarie misure

Lasciare in vigore le regole per l’autoesame e l’isolamento dopo l’infezione da Corona. L’influenza sembra più pericolosa del Corona. È quello che hanno detto alcuni esperti martedì mattina all’Algemeen Dagblad. Tuttavia, il RIVM e il Dipartimento della Salute vedono ancora molti dei rischi e li rispettano. Come stai ora?

Poniamo queste e altre domande urgenti al virologo e microbiologo medico Jean-Luc Morcq dell’Elisabeth Twisteden Hospital di Tilburg. Ma prima, alcuni numeri e fatti di seguito, 1000 giorni dopo la registrazione del primo paziente contagiato dal virus Corona nei Paesi Bassi, ricoverato al Moork Hospital.

L’ondata di corona dell’autunno si è conclusa e non ha portato a grossi problemi negli ospedali. Ora ci sono 640 pazienti con corona negli ospedali, di cui 111 nel Brabante. Secondo la banca del sangue Sankoen, più di tre quarti degli olandesi hanno anticorpi contro il virus. Più della metà di tutte le persone di età superiore ai 60 anni ha ricevuto una vaccinazione di richiamo contro il coronavirus. Secondo Mork, dopo tanta miseria, questi sono numeri promettenti. “Siamo entrati in un periodo di transizione”, ha aggiunto.

Come facciamo tecnicamente Corona?

“Dopo le vacanze estive, abbiamo avuto un periodo in cui il coronavirus era molto diffuso. È stato entusiasmante per gli ospedali, ma si è rivelato molto positivo. Il numero di infezioni e ricoveri sta diminuendo. In questo senso, siamo bravi a farlo.

Ma d’altra parte, vedo che abbiamo un vaccino bivalente, che pochissime persone hanno effettivamente utilizzato. Questa è un’occasione persa. Ciò significa che i vulnerabili non sono protetti in modo ottimale per l’inverno. Quando il corona gira di nuovo così tanto, è troppo lungo per il loro sistema immunitario Incremento lui è. Non so come andrà a finire”.

READ  50 anni fa era ancora triste a causa dell'igiene orale - Wel.nl

In che misura Corona determinerà le nostre vite questo inverno?

“A livello di popolazione, penso che non sia poi così male. Sarei molto sorpreso se il governo prendesse misure. Forse potrebbe diventare molto fastidioso per le persone vulnerabili che non sono completamente protette. Si corrono sempre più rischi. Soprattutto se c’è un nuove specie che cercano di sfuggire all’immunità.” .

Ora abbiamo qualche regola in più: autotest e isolamento. Quanto è ancora necessario?

Penso che questo non sia più necessario per l’intera popolazione. Fa molta strada, perché la differenza tra coronavirus e altri virus respiratori in termini di carico di malattia non è chiara. Dovresti fare questo test e isolare anche altri virus, altrimenti sei incoerente. Vorrei sostenerlo: sii ragionevole. Quando sai di essere malato, non andare da una persona debole.

Per le persone a rischio, è utile farsi testare. Il motivo è che sul mercato è apparso un farmaco aggiuntivo che fornisce una buona protezione contro il ricovero e la morte. Puoi sempre consultare il tuo medico: “Ho il coronavirus, pensi che io sia abbastanza debole da prescrivere questo medicinale?” “

Il Ministero della Salute Pubblica e il Ministero della Salute continuano a rispettarlo …

“Si trovano in una posizione leggermente diversa dalla mia, ovviamente. Potrebbe succedere presto. No Organizzazione mondiale della Sanità È stata dichiarata un’emergenza sanitaria pubblica internazionale. Anche il governo deve tenerne conto.

Inoltre, ora siamo in transizione, ma anche in vista della stagione dello sniffer e dei virus. Quindi è difficile rimuovere le basi in una zona così grigia”.

Una fase di transizione che sembra imminente la fine della pandemia?

READ  Stanchi di zuccheri e grassi? "Una dieta malsana aumenta l'effetto degli stimoli del dolore"

“Penso di sì. Corona non se ne andrà. Ma l’epidemia sta tornando alla normalità con virus che tornano periodicamente. Avrà un impatto, ma non così catastrofico come abbiamo visto prima. Puoi paragonarlo all’influenza annuale onde.”

Leggi anche:

Joris è malato di COVID-19 da un anno e mezzo: ‘Sta lentamente migliorando’

1.000 giorni dopo il primo paziente, migliaia di persone del Brabante hanno ancora il virus della polmonite