QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il virologo Van Guchte: ‘Difficile che la capacità di cura venga superata’ | interno

I numeri di Corona sono recentemente aumentati di nuovo. Il numero di nuove infezioni è in aumento, così come i ricoveri in ospedale o in terapia intensiva. Tuttavia, il virologo Stephen van Gucht (Sciensano) non è immediatamente preoccupato. Ad esempio, la pressione sui medici generici e sugli ospedali è al momento limitata e Van Guchte non si aspetta che il sistema sanitario incontrerà problemi. “L’overflow è improbabile” sembra essere il caso.

Leggi di più sotto il video: Van Ranst: “L’onda è da attribuire alla variante BA.5-omikron più contagiosa”

L’onda della nuova variante BA.5-omikron sta guadagnando slancio, secondo gli ultimi numeri. “Ora abbiamo un nuovo terzo sottotipo che era stato precedentemente scoperto in Sud Africa e Portogallo. Ha creato un’onda molto ripida ma corta. Il Portogallo non è ancora completamente fuori. La variante BA.5 di omikron mostra due mutazioni aggiuntive sulla proteina di superficie , il che significa che può parzialmente sfuggire agli anticorpi”, spiega van Guchte.

Di conseguenza, la variante, che secondo gli ultimi campioni è responsabile del 47,5 per cento dei contagi, potrebbe diffondersi un po’ più facilmente in una comunità che non è soggetta alle misure di Corona. “Tutti hanno di nuovo molti contatti. Dopo la vaccinazione c’è ancora la protezione, soprattutto contro malattie gravi e ricoveri. Il virologo assicura che il numero dei pazienti in terapia intensiva è ora inferiore rispetto alla scorsa estate”.

“Il virus c’è ancora”

Gli attuali ricoveri in ospedale riguardano principalmente gli anziani (over 80) o le persone con gravi condizioni di base, come il diabete. Il messaggio è: attenzione, il virus è ancora lì! Van Gucht sottolinea che una serie di precauzioni, come la ventilazione, i test per i sintomi e l’isolamento in caso di infezione, rimangono importanti”.

READ  I giornalisti di tutto il mondo sono bersaglio di spyware

Il virologo include anche una siringa di richiamo in questa serie di precauzioni. “Se appartieni a un gruppo a rischio, dovresti assolutamente fare un tiro frequente. Fornisce una protezione extra”, sembra. I rischi di ospedalizzazione sono stati ridotti del 69% e del 56% dopo una dose di richiamo nelle persone di età pari o superiore a 65 anni, rispetto alle persone della stessa età che erano state completamente vaccinate senza un richiamo. Più di 469.000 residenti nel nostro Paese (4 per cento) hanno ricevuto un secondo pagamento, secondo i numeri di Sciensano.

Anche la maschera per la bocca non è stata tolta. “Non tutti devono indossare una maschera per la bocca, ma per i gruppi a rischio e vulnerabili dal punto di vista medico: indossare una maschera FFP2 ben aderente. Fornisce una buona protezione in un’area interna affollata come sui trasporti pubblici”, conclude Van Gucht.

Leggi anche:

Estate, quindi c’è una nuova ondata di corona: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova alternativa omikron BA.5

130.000 belgi con malattia da Covid a lungo termine: i pazienti sembrano avere un profilo definito