QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il virus forestale italiano è un monumento vivente ai morti

Reuters

Giovedì il premier italiano Mario Draghi ha indossato una corona di fiori in un cimitero commemorativo nella città settentrionale di Bergamo per rendere omaggio alle vittime del Covit-19.

L’Italia ha svelato giovedì un memoriale ai suoi morti COVID-19, in occasione dell’anniversario di uno dei peggiori momenti dell’epidemia: quando il bilancio delle vittime da Bergamo ha raggiunto tali altezze, una squadra militare ha dovuto portare a termine le bare come tombe e crematori erano imballati.

Il premier Mario Draghi ha visitato giovedì la città del nord per commemorare la Giornata Nazionale del Lutto per le vittime del Coronavirus in Italia. Le bandiere sventolavano per metà del paese e i funzionari pubblici rimasero a guardare per un minuto.

Tracy ha indossato un abito da sera sulla tomba di Bergamo e ha aperto una foresta in Italia che prende il nome da oltre 100.000 vittime, il primo paese a esplodere in Occidente.

“Questo albero non è solo il ricordo di molte vittime”, ha detto Draghi.

“Questo posto è un simbolo del dolore di un’intera nazione.”

Nel Bosco dei Ricordi, il sindaco di Pergamo Giorgio Cory ha detto che la città ha deciso di non utilizzare un monumento o un’opera d’arte per commemorare i morti.

“Abbiamo deciso di onorare le vittime con un monumento vivente e che respira”, ha detto a un raduno di dignitari riuniti in un prato arioso circondato dai primi 100 alberelli appena piantati.

Gran parte dell’Italia, compresa Bergamo, si è conclusa quest’anno in mezzo a nuove epidemie, con scuole e ristoranti chiusi con nuove serrature. Ciò avviene quando la campagna di vaccinazione in Italia è ulteriormente diminuita a causa della sospensione dei colpi di AstraZeneca in attesa di revisione.

READ  Il ghiaccio italiano di Jeremiah per aprire la prima location nell'area di Houston

Il premier Bergamo ha detto all’incontro che qualunque cosa deciderà l’azienda farmaceutica europea, l’Italia intensificherà la sua campagna di vaccini e che il previsto aumento delle forniture “aiuterà a compensare i ritardi nelle aziende farmaceutiche”.

Le scene dei soldati in agguato per le strade di Bergamo il 18 marzo 2020 sono una delle immagini più strazianti e iconiche dell’epidemia.

Si è schiantato sulla tastiera del suo computer dopo un cambiamento nella foto di un’infermiera cremonese stanca e, più recentemente, una foto del proprietario del Rome-Area Bistro seduto nella cucina del suo ristorante dopo il recente blocco.

Secondo Bergamo, la prima prova che la provincia è diventata la provincia più colpita nelle prime settimane dell’eruzione è stata: al 18 marzo 2020, l’Italia aveva registrato 2.978 morti – quasi 2.000 in Lombardia.

La mortalità nella provincia di Bergamo è aumentata del 571% rispetto alla media di cinque mesi, il più grande aumento in Italia e il più grande aumento localizzato del tasso di mortalità in Europa.