QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

In attesa sull’autostrada di confine tra Parigi e la Spagna per più di 5 ore | Per viaggiare

Il secondo weekend nero si farà sentire per chi parte o torna in vacanza principalmente di sabato poco prima di mezzogiorno in Francia, al confine tra Parigi e la Spagna. Lì, il ritardo si estende a più di 5 ore, riferisce l’organizzazione per la mobilità VAB. C’è anche una lunga coda al Tunnel del San Gottardo in entrambe le direzioni.

Dove sono gli ingorghi più attesi e come evitarli? L’esperto di traffico Stijn Smets dà alcuni consigli:

In Francia i tempi di perdita stanno aumentando esponenzialmente sia al Nord che al Sud. Sulla strada dal Lussemburgo, oltre Lione, al confine con la Spagna, ci vogliono quasi 4 ore di inattività, da Parigi al confine con la Spagna, quindi il traffico supera le 5 ore.

I rimpatriati devono tenere conto dell’ingorgo di 3 ore sulla rotta di frontiera spagnola – Lione – Lussemburgo e di 2 ore sulla rotta di frontiera spagnola – Bordeaux – Parigi.

Ci vuole un’ora per fermarsi nel tunnel del Monte Bianco, e sull’autostrada da questo tunnel alla Touraine, ci vogliono un’altra ora e 20 minuti.

In Germania, la tratta Würzburg-Norimberga-München-Salisburgo (in Austria) dura circa un’ora e mezza. Nella sezione Karlsruhe-Ulm, gli automobilisti trascorrono un’ora in più sulla strada e a Karlsruhe-Basel viene aggiunta un’ora in più. Sulle strade tedesche a nord, il ritardo è maggiore da Salisburgo a Würzburg, passando per Monaco e Norimberga: 1 ora e 15 minuti in più.

Nel tunnel del San Gottardo, a sud, ci vogliono circa due ore, e nella direzione opposta circa un’ora.