QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ingresso attraverso il Palazzo Floraliën e uno spazio espositivo tre volte più grande: questo il progetto proposto per il nuovo SMAK di Gand

Ingresso attraverso il Palazzo Floraliën e uno spazio espositivo tre volte più grande: questo il progetto proposto per il nuovo SMAK di Gand

Lo SMAK di Gand, nato da un’idea dell’ex direttore Jan Huet, è ristretto. Il museo è alla ricerca da anni di uno spazio più ampio, soprattutto per esporre la collezione permanente di arte contemporanea, che ora rimane nel magazzino.

Attraverso un bando aperto dell’architetto fiammingo, SMAK ha iniziato a cercare un team di progettazione con la città di Gand. Le migliori 5 squadre sono state selezionate su 53 partecipanti e ora c’è un vincitore.

L’associazione temporanea noAarchitecten (conosciuta anche come Steen Extension ad Anversa), David Kohn Architects insieme ad Asli Žižek hanno progettato l’edificio. Può progettare l’espansione e la ristrutturazione di SMAK. Nella prima proposta, il museo esistente verrebbe ristrutturato e verrebbe costruito un nuovo edificio museale per la collezione permanente. Insieme ci sarà tre volte più spazio.

La visione futura per la rinnovata SMAK dalla proposta di design vincente

Una giornata particolarmente importante per SMAK

Direttore dello SMAK Philippe Van Cauteren

“Questo è un giorno molto importante per S.MA.K., il punto finale di un processo durato 15 anni”, afferma il direttore Philippe Van Cauteren. “Ciò garantirà che l’edificio sia all’altezza degli standard odierni e, soprattutto, saranno esposte 500 opere della collezione permanente”.

Una visione futura dello spazio espositivo nella nuova casa delle collezioni.  Un'immagine della proposta progettuale

Da 80 a 90 milioni di euro

Si tratta di una bozza preliminare della proposta, che verrà perfezionata nei prossimi mesi. Il nuovo SMAK costerà tra gli 80 ei 90 milioni di euro e l’ambizione è di essere pronto entro il 2030. Gand si candida quindi a diventare Capitale europea della cultura.

Quindi l’edificio SMAK esistente verrà ristrutturato (gli architetti lo chiamano SMAK HAL) e il nuovo edificio, la Collection House, sostituirà l’ex “Casino Head” che ora non è più in uso. Entrambi gli edifici si affacciano sul Floraliënhal tra loro e il circostante parco del castello.

La particolarità della prima proposta di design è che si accede al museo attraverso l’area Floraliënhal, vacante dal 1913. “Diventerà di nuovo uno spazio pubblico”, afferma il direttore Van Cauteren.

Una vista della casa della squadra dallo stadio.  Un'immagine della proposta progettuale

(Ri)costruzione ecologica

“Integrando ulteriormente il museo nel parco, SMAK diventa un luogo in cui tu, come visitatore, partecipi al dialogo tra la collezione permanente e il presente”, afferma Van Cauteren. Aggiunge che lo storico parco del castello viene rispettato e, con attenzione all’impronta ambientale degli edifici e alle soluzioni di edilizia intelligente, il punto di partenza del team di progettazione è la “costruzione circolare” con il maggior riutilizzo e materiali sostenibili possibile.

Vista dalla terrazza sul tetto dello SMAK HAL, l'attuale museo.  Un'immagine della proposta progettuale

Anche il Consiglio comunale di Gand è soddisfatto di questa scelta: “È importante completare i compiti, in modo che il nuovo governo fiammingo e il nuovo Consiglio comunale di Gand possano iniziare immediatamente a lavorare su questi piani. Mantenere lo SMAK così com’è oggi non è un’opzione ”, afferma Sami Soukier (Open VLD, consulente per lo sviluppo urbano e la cultura: “L’edificio consuma energia e la collezione non può essere esposta in condizioni ideali”.

Ecco come appare SMAK oggi, giusto.  Sulla sinistra c'è MSK Gent.  Fotografia di Michel de Klein

Il design è ancora in fase di miglioramento e tutti possono fornire input

Il progetto del concorso verrà perfezionato e integrato nel giardino del castello nei prossimi mesi prima dello sviluppo del progetto definitivo. Durante il fine settimana del 22 e 23 giugno, anche i residenti locali e quelli di Gand potranno fornire il loro contributo. Tutti sono i benvenuti dalle 14:00 alle 17:00 nel giardino del castello. Chi vuole può iscriversi anche al workshop di domenica 23 giugno dalle 14 alle 16,30.

Veduta della casa collettiva dal roseto.  Un'immagine della proposta progettuale

Pianta del nuovo sito SMAK nel parco del castello

READ  I corsi di nuoto hanno raggiunto il record nella piscina a sfioro sul tetto di un grattacielo a Dubai | Per viaggiare