QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Intermedio dopo Romelu Lukaku: di nuovo secondo in Italia? – Calcio Internazionale

Dopo il Milan nella stagione 2010/11, la Juventus è riuscita a vincere lo scudetto nove volte. L’anno scorso il premio è tornato al Milan, non all’AC, all’Inter. Anche se lo pagano a caro prezzo. Cosa resta della squadra del campionato e cosa possiamo aspettarci da essa?

Questo fine settimana riparte la Serie A italiana. È esagerato dire che l’Inter campione di quest’estate è in piena trasformazione, ma nella ricerca di nuovi soldi il club ha tralasciato alcune figure chiave.

Questo fine settimana riparte la Serie A italiana. È esagerato dire che l’Inter campione di quest’estate è in piena trasformazione, ma nella ricerca di nuovi soldi il club ha tralasciato alcune figure chiave. Il caro Contev vede allenarsi da bordo campo Antonio Conte, un uomo ossessionato dal gioco. Si potrebbe pensare che quest’uomo faccia tutto per amore del club. Qualcuno che cerca di ottenere di più dalla squadra. Sfortunatamente, ha lasciato la nave poco dopo aver preso il titolo. Nei due anni in cui è stato presidente dell’Inter non è diventato un italiano pratico. Aveva un contratto che gli fruttava 12 milioni di euro l’anno. Il suo stipendio non è stato il motivo principale per cui ha lasciato l’Inter. Tuttavia, è vero che non aveva prove sufficienti per espandere ulteriormente la squadra. Questo è stato uno dei motivi per cui si è dimesso alla Juventus. Con il 45enne Simon Inzaki, Conte è stato ceduto rapidamente all’Inter. Inzaki, fratello minore dell’ex attaccante del Milan Filippo Inzaki, ha lasciato la Lazio per passare all’Inter. Da allenatore ha vinto una volta il trofeo e due volte la Supercoppa. Ha ottenuto le sue linee nella Lazio da giocatore. Amore per il Chelsea Così come Romelu Lukaku voleva restare al Milan, l’attaccante avrà sempre un debole per il Chelsea. Quando il club londinese bussa alla sua porta, il cuore del Belgio batte forte. All’uscita di Conte, l’allenatore che è venuto a Lukaku Inter non era più a bordo. Inter 115 milioni pagati dal Chelsea è un bel bonus per l’Inter, club in gravi difficoltà finanziarie. Sconfitta anche per i nerasuri la partenza di Agraf Hakimi per il Paris Saint-Germain. Laudoro Martinez è ancora al club, ma può aspettarsi anche più interesse da parte di vari club. Poi, ovviamente, c’è lo sfortunato Christian Erickson. Dane si sta riprendendo dopo l’arresto cardiaco durante gli Europei, ma può teoricamente tornare a un livello superiore. Solo, le restrizioni in Italia vietano di giocare a calcio con il defibrillatore. Il trequartista è ancora molto improbabile che possa giocare nell’Inter. Nonostante la partenza di tutte quelle figure chiave come il nuovo Lukaku di Dzeko, l’attuale centro è ancora di qualità adeguata. Con Edin Diego, l’attaccante decente è stato allevato. Lontano da Lukaku, ma il bosniaco ha dimostrato il suo valore in tutti i suoi club. Hakan Calhanoglu è venuto a rafforzare la protezione contro il PSV cambiando la sensibilità dei rivali concittadini AC Milan e Denzil Dumfries. Ne mancano ancora alcuni della selezione della scorsa stagione. Il box difensivo è molto integro e con Nicolo Barella hanno in formazione un campione d’Europa in gran forma. Il mezzo è ancora lì. Argomento Candidato o vicerettore? La stabilità finanziaria del club ha completamente perso di vista la necessità di vincere nuovamente il torneo nazionale. Anche il fatto che tu debba giocare a calcio su campi vuoti a causa della corona non aiuta. Resta da vedere cosa accadrà al Diphosi dell’Inter per vedere cosa accadrà nelle catacombe dello Stadio Giuseppe Mesa. A causa della trappola finanziaria, verrà presa in considerazione un’offerta significativa per un intermediario. Dipende se l’Inter può competere in primis. Se non hai la forza finanziaria per portare i migliori giocatori e alcune figure chiave decidono di andartene, potresti essere spinto come sub-topper dal rivale del titolo dell’Inter.

READ  Microsoft deve affrontare il controllo italiano in seguito allo scraping dei dati degli utenti di LinkedIn