QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Italia fortissima, bravissima, bravissima, bravissima: sogno Europeo dei Red Devils infranto

Come cinque anni fa, l’Europeo dei Red Devils finisce ai quarti di finale. Come è avvenuto in Francia (più tardi nella fase a gironi), l’Italia è molto più forte, molto più intelligente, molto migliore, molto più intelligente del Belgio, è vero. Questi stronzi sono i favoriti per la vittoria finale insieme all’Inghilterra.

È stato un quarto di finale molto emozionante e la partita più bella e intensa di Euro 2021, ma il match tra Robert Martinez e i suoi Red Devils si conclude venerdì sera a Monaco di Baviera a luglio, che non è diverso. Anche se la vittoria italiana rischiava di non essere mai abbandonata dai belgi, l’Italia era la più alta di tutte in palla. Con questo nuovo cinismo e calcio medico, il calcio belga ha mantenuto la palla al minimo e ha dovuto accontentarsi di molti sportelli.

La Nazionale italiana gioca anche un diverso tipo di calcio che non è mai stato giocato prima: coraggio, aggressività, più perturbazioni, tapping, la migliore combinazione di Olanda e Spagna, elaborata con le prestazioni italiane. Già nel primo tempo i belgi sapevano che ora fosse e quanto sarebbe stato difficile mettere in ordine questa partita.

Nessun riassunto

La prima è stata l’interista Nicole Barella, che si è infilata in una difesa consistente e ha lanciato l’ultima palla a Thibaut Courtois (0-1). Poi Lorenzo Inzane del Napoli ha attraversato lo Yuri Tailmans poco prima dell’intervallo, e la palla è passata alle spalle di Vintage Inzane e Cordois (0-2). Il destino dei belgi sembrava essere segnato presto, ma finora l’anonimo Jeremy Toku è stato multato per aver preso provvedimenti improvvisi. Sembrava un’ancora di salvezza per i Devils, ma oltre ai bravi calciatori, gli italiani avevano anche un grande portiere, ea volte la fortuna necessaria.

Ai Mondiali, il Belgio è riuscito a segnare due gol e ad avanzare ai quarti di finale. Ma è contro il Giappone. Indebitarsi con l’Italia con due gol è tutta un’altra storia. Nonostante quell’obiettivo di connessione rapida poco prima dell’intervallo e un attacco dopo, Assuri non è venuto. Al contrario, hanno dominato gran parte della ripresa. Merita la loro qualificazione alla semifinale contro la Spagna.

Delusione con Witzel, Pentagono e altri.Pool di immagini tramite REUTERS

I Red Devils non sono al potere. Come previsto, Kevin de Bruyne ha iniziato, nonostante la caviglia sia stata danneggiata dal portoghese. Come previsto dopo le recenti deludenti notizie da Tobis e Monaco, il danno di Eden non è iniziato. Il suo contratto doveva essere un dolore e la partita era troppo rischiosa. Non si è nemmeno seduto in panchina come un jolly, e il suo sostituto è stato Yanik Karasko e non Toku.

Lo scopo dell’operazione (se non dannosa) è spiegare: Toku è una tragedia che arriva come una caduta veloce contro i vecchi difensori dell’Italia. Ha iniziato bene e poi è crollato, ma alla fine del primo tempo era il Red Devil più pericoloso e al secondo posto.

Giorgio Cielini ha giocato in una difesa a tre per gli italiani. Ha formato il suo duo Juventus regolare con Leonardo Bonucci. Non è una buona notizia per Romelu Lukaku perché non potrà mai segnare contro quei due. Ora ha funzionato, ma era sul calcio di rigore. In precedenza, il ct della nazionale Roberto Mancini era rimasto più o meno sorpreso con Frederico Sisa alla base.

Sterke Donarumma

Diversamente, i Red Devils hanno avuto migliori possibilità nel primo tempo. Per i primi dieci minuti sono stati anche il capo. Dopo di che, l’Italia ha preso l’iniziativa. Avevano già segnato in 15 minuti a punto fermo, ma il fuorigioco non era autorizzato a segnare.

Successivamente il Belgio si è reso pericoloso due volte in contropiede con Lukaku e De Bruyne, ma ogni volta il portiere italiano Gianluigi Donorumma si è messo in mezzo. L’Italia ha avuto il maggior numero di possessi, a volte fino al 60 per cento, e poiché l’Italia è intervenuta così pesantemente sul campo e ha unito il Belgio, ha preso le seconde palle. Hanno vinto con 25 palle dalla metà dei belgi nei primi 45 minuti.

Gianluigi Donarumma raccoglie una palla alta in area.  Immagine AP
Gianluigi Donarumma raccoglie una palla alta in area.Immagine AP

Nella ripresa i belgi iniziano come hanno iniziato la partita, anche dal mezzo al muro più basso, aspettandosi un contropiede. Di conseguenza, Lukaku ha strappato due opportunità a grandezza naturale, una scusa per la dura realtà. La pistola non si spostò sulle spalle finché non furono passati quindici minuti dall’orologio.

È stato allora che entrambe le squadre hanno apportato alcune modifiche. Gli italiani hanno perso due giocatori per infortuni muscolari ei belgi hanno portato in campo Nasser Chadli, che è dovuto partire per il tennis dopo un’emergenza. La dura stagione che si è protratta fino ai primi di agosto e fino ad ora ne ha incrementato i numeri. Trice Mertens è entrato per i Tailmens, mentre De Bruyne ha lasciato cadere una linea. Come le precedenti partite più importanti, De Bruyne è raramente decisivo.

L’Italia in particolare ha giocato in forma inedita. All’inizio non si è tirato indietro, ma ha dovuto cedere negli ultimi dieci minuti. Il Belgio avrebbe potuto tenere un po’ di più la palla, ma non ha avuto alcuna possibilità. Toku è pericoloso solo per un po’ dopo una buona emergenza. Nonostante i sette minuti di recupero, i demoni non sono stati in grado di lanciare un attacco decente. Dopo portoghesi, tedeschi e francesi, anche i Red Devils sono tornati a casa. Degno, ma se vuoi portare la palla troppo bassa devi finire meglio e dare di meno.

READ  Il ministro italiano incontra il nuovo governo libico di Tripoli Notizie dal mondo