QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Italia sconvolta: un venditore ambulante viene picchiato a morte in un’affollata via dello shopping

Un venditore ambulante nigeriano è stato aggredito e picchiato a morte in pieno giorno a Civitanova Marche, una cittadina sulla costa adriatica italiana. La polizia ha arrestato un sospetto.

Alika Ogorchukwu, 39 anni, vendeva cose per strada. Venerdì pomeriggio è stato picchiato a morte in una strada nel mezzo di una trafficata via dello shopping nel centro della città costiera.

La vittima avrebbe chiesto alla ragazza dell’aggressore di comprare qualcosa o dare dei soldi. L’uomo ha reagito in modo aggressivo, poiché secondo quanto riferito ha preso una stampella dal venditore e lo ha colpito con essa.

Il filmato dell’attacco sta circolando online. Voci in sottofondo chiedono la fine della violenza, ma nessuno interferisce. Centinaia di persone hanno manifestato sabato a Civitanova Marche, compresa la moglie di Ogorchoko. Sono arrabbiati perché nessuno è intervenuto.

Un salernitano di 32 anni è stato arrestato con l’accusa di omicidio. L’aggressore ha anche rubato il cellulare della sua vittima. La polizia dice che non ci sono indicazioni che si tratti di un attacco razzista. Il distretto marchigiano dove si sono svolti i fatti ha in programma di avviare una causa civile in caso di processo.

reazioni politiche

Anche i politici italiani condannano la violenza. L’omicidio è stato definito preoccupante dall’ex presidente del Consiglio Enrico Letta, capo del Partito Democratico di centrosinistra del Partito. Crudeltà invisibile, indifferenza diffusa. “Questo non è giustificato”, ha detto su Twitter.

READ  Biden chiede il diritto di guerra per affrontare la carenza di latte artificiale in polvere | all'estero

Il presidente della Lega Matteo Salvini reagisce indignato e dice che “la sicurezza non ha colore” e “deve tornare ad essere una verità”.

Le elezioni anticipate si terranno in Italia a settembre a seguito delle dimissioni del presidente del Consiglio Draghi. I partiti di destra hanno il vento in poppa. Salvini stringe un’alleanza politica con Silvio Berlusconi del partito liberale di destra Forza Italia, ma anche con la confraternita di destra radicale italiana Giorgia Meloni.