QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Jasper Philipsen vince la Knokke-Heist sulla strada per BK e Tour: “Corro consapevolmente con un dente in più” | gli sport

CiclismoOltre a Wout van Aert, anche l’altro velocista belga del Tour è pronto per la grande azione. Jasper Philipsen ha vinto lo sprint a Knokke-Heist. “Correndo a una velocità maggiore, sono meno silenzioso dell’anno scorso.”


Jasper Philipsen è venuto al Tour del Belgio per vincere una tappa. L’ultima tappa a Beringen è segnata in rosso. “Il tour locale passa vicino alla casa dei miei genitori ad Hamm. È l’unica gara dell’anno che attraversa il nostro villaggio, quindi molte celebrità vengono a guardarla”.

Philipsen è già alla sua quinta stagione da professionista, il che fa dimenticare che è ancora giovane a 24 anni ed è del tutto normale che viva ancora con i suoi genitori. “Sto spesso via per via di gare e stage, quindi non sento ancora il bisogno di vivere da sola. Anche la mia amica Melanie è ancora una studentessa. Stiamo già cautamente cercando un posto tutto nostro, ma non è urgente .”

Le cheerleader dei suoi amici e parenti non sono nemmeno di domenica, ma Melanie Petermans è una presenza fissa a ogni punto di partenza e di arrivo di questo tour del Belgio. A Knokke-Heist ha visto vincere la sua amica. con convinzione. “Comunque, sono rimasto scioccato. La linea non avrebbe dovuto essere più di dieci metri. “

READ  Tunjung in Indonesia pone fine alle Olimpiadi di Lien Tan | le Olimpiadi

Nonostante l’ultimo rettilineo in discesa, Philipsen ha scattato con la marcia migliore che fosse la sua bici Canyon. Una differenza rispetto all’anno scorso quando correva a una velocità inferiore. “Ho notato al Tour che la partenza in volata era buona, ma negli ultimi metri i corridori con l’accelerazione più alta continuavano a rotolarmi addosso. Quest’anno ho corso consapevolmente con un dente più vecchio. La partenza dopo è meno ripida, ma una volta Mi alzo al passo, difficilmente mi fermerò e posso allungarlo fino al traguardo, ci siamo riusciti anche oggi”.

Giro di Francia

Philipsen ha collezionato la sua quarta vittoria stagionale in mare e premia così la sua squadra Alpecin-Fenix, che ha rotto il contratto fino alla fine del 2024. Tuttavia, i grandi obiettivi sono dietro l’angolo. La prossima settimana aC a Middelkerke, dove si trova il leader. Un altro corridore dell’Alpecin-Fenix, Tim Merlier, non è in grado di correre il Giro di Slovenia a causa di un malore e parte con il team Roodhooft Brothers. Non è stato nemmeno selezionato per il Tour, quindi Philipsen potrebbe puntare a vincere una tappa negli sprint.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

L’anno scorso, Philipsen si è piazzato secondo tre volte e terzo tre volte nel tour. Frustrante. Dopo il secondo posto dietro a Wout van Aert sugli Champs-Elysées, indossava un sacco. “Dall’allora 18 luglio, avevo in mente di tornare al Tour quest’estate per vincere una tappa. Se avrebbe funzionato o meno”, afferma Philipsen, che nelle ultime settimane si è allenato ad alta quota a La Plagne , ma ho fatto di tutto per essere il migliore all’inizio”. “Con questa vittoria ho dimostrato di essere sulla strada giusta”.

Grazie alla sua vittoria, Philipsen ha conquistato anche il secondo posto in classifica. La vittoria finale non c’è. “Posso mantenere la mia posizione nella cronometro, anche se Pedersen sarà molto forte. Di solito la tappa delle Ardenne è molto difficile”.

Philipsen sta già pensando alla domenica? “Ho sentito che Jacobsen vuole vendicarsi a Beringen dopo che la sua gomma è stata forata. Con piacere. È un avversario forte e probabilmente posso sconfiggerlo solo se va forte con una gomma forata. Ci incrociamo anche al Tour. Se voglio per vincere una tappa del Tour, dovrò anche batterla.” (ride) Se funziona, forse io e Melanie possiamo guardare al mercato immobiliare in una fascia di prezzo più alta”.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

battenti

Mads Pedersen (terzo): “E’ stata una finale frenetica ed era importante superare l’ultima curva davanti, ma mi sono lasciato guardare un po’. Jasper è molto veloce, quindi sapevo che sarebbe stato difficile riorganizzarsi. Tuttavia, sono ancora 3°, ho qualche secondo in più, quindi sto rafforzando la mia posizione di leadership. Sono venuto qui per fare uno sprint, ma anche per testare la mia esperienza di tempo nel lavoro del tour. Sono fiducioso di poter rimanere un leader. “

Arnaud de Lee (quarto): “E’ stata una finale tecnica e i treni non hanno fatto retromarcia. Ero solo 15° all’ultima curva. Troppo lontano, ma c’era anche Jacobsen ed era il miglior corridore del mondo. Ho scelto la ruota di Jacobsen, ma si è fermata e basta . Ecco perché non ho potuto correre affatto. “Questo è un peccato. Non mi colpisce per mancanza di esperienza, ma per mancanza di fortuna. Domani lancerò le mie frustrazioni nella mia prima prova con i Pro. “

Sasha Wemis (5°): Con il 24enne Waaslander, un giovane belga ha conquistato l’ultimo dei primi cinque. “Sasha ha dovuto frenare prima dell’inizio della gara, poi è stato anche lui cioccolato Per raggiungere la massima velocità e fare la gara che aveva in mente. “E’ un peccato, ma avevamo l’ambizione di essere tra i primi cinque e ci siamo riusciti”, ha detto il direttore sportivo Walter Blankart.

Fabio Jacobsen (7°): “Non c’è niente da dire sullo sprint. Proprio quando è iniziato lo sprint ho bucato la parte posteriore ed è finita. Dopo quella serie di vittorie consecutive la gomma posteriore era completamente a terra. Un giorno da dimenticare presto. Domenica voglio vendetta”.

La gomma posteriore a terra di Jakobsen.

La gomma posteriore a terra di Jakobsen. © BVDC

Thibault Nizza (15): “Il traguardo in discesa per me funziona, ma a questo livello è difficile per me metterlo in volata. Davanti ai grandi si allenano, è impossibile stare da soli. Sono contento di essere ancora un po’ in prima fila. Il mio focus è principalmente sul cronometro, perché voglio vincere la classifica giovani. Mi sono allenato parecchio sui tempi di prova nelle ultime settimane, ma non ho riferimenti. Spero di nascosto che tu” re tra i primi 20″.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie