QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Johnson: ‘Me ne vado a testa alta’ | All’estero

Boris Johnson ha mostrato un atteggiamento ostile durante il tempo delle interrogazioni settimanali al parlamento britannico. E suonava come: “Presto me ne vado a testa alta”.


SVM


Ultimo aggiornamento:
17:32


fonte:
Belgio

“È assolutamente vero che me ne vado in un momento che non ho scelto”, ha detto il leader conservatore. “Ma sono orgoglioso del lavoro di squadra e della leadership durante il mio mandato”. Ha fatto riferimento all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, alla campagna di vaccinazione contro il COVID-19 e al “ruolo decisivo” di Londra dopo la “brutale invasione” russa dell’Ucraina.

Il primo ministro britannico Boris Johnson. © AFP

C’erano alcune scene caotiche all’inizio della sessione. Due parlamentari dello Scottish Alba Party hanno chiesto a gran voce un referendum sull’indipendenza per la loro parte del Paese senza dare la parola. Era evidente che l’oratore, Lindsey Hoyle, era sconvolto e gridava “Chiedi!” e “Stai zitto o vai”. I due deputati furono poi espulsi dalla stanza.

Relatore Lindsey Hoyle.

Relatore Lindsey Hoyle. © Foto Notizie

movimento di sfiducia

Ci sarà anche un voto di sfiducia in Parlamento. Tuttavia, il focus è sulla fiducia nel governo nel suo insieme e non solo in Johnson. Il governo aveva precedentemente bloccato una proposta di opposizione laburista per un voto di sfiducia contro Johnson. Johnson vuole rimanere in carica fino a quando non verrà scelto un successore il 5 settembre. Con la proposta, il Labour ha voluto costringerlo a lasciare l’incarico immediatamente. Tuttavia, è dubbio che si troverà una maggioranza per questo.

Johnson si è dimesso da leader del partito la scorsa settimana sotto la tremenda pressione del suo partito e del governo. Il primo ministro aveva già assistito a uno scandalo dopo l’altro. Il processo di selezione del successore continua ancora oggi.

Guarda anche: Questi sono i possibili successori di Boris Johnson

READ  Von der Leyen: la Russia ricatta il mondo con la minaccia della fame | all'estero