QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Jonas Winggaard rimane umile nel Tour: “Essere qui è di per sé una vittoria”

Jonas Winggaard rimane umile nel Tour: “Essere qui è di per sé una vittoria”

Come ultimo (miglior) candidato in fila, Jonas Vingegaard ha espresso le sue aspettative per il Tour. Ebbene, il danese ha più volte ripetuto di essere particolarmente felice di essere qui al via. “D’ora in poi tutto è un bonus.”

Arriverà a Firenze oppure no? Negli ultimi mesi Jonas Vingegaard è stato un grosso punto interrogativo, ma è all’inizio del tour.

“Un giorno pensavo che ce l’avrei fatta, e il giorno dopo no”, ha detto del suo lungo recupero dopo una caduta nei Paesi Baschi all’inizio di aprile.

“I miei sentimenti sono molto contrastanti, ma voglio lottare per questo. Sono felice di essere qui. Questa è di per sé una vittoria.”

Vingegard ha sottolineato più volte questo messaggio. “Spero di ottenere il miglior risultato possibile nella classifica mondiale Ma onestamente: è stato un bruttissimo crollo e da adesso in poi tutto è un vantaggio”.

“La parte più difficile è stata tornare al mio livello. Ho dovuto fare una lunga pausa e le ferite dovevano guarire prima di potermi allenare di nuovo. Puoi andare in bicicletta all’aperto, ma in realtà l’allenamento è un’altra cosa.”

Tuttavia, Vinggard non si arrese. “Ho lavorato tanto e la mia forma non era male. Ho fatto tutto quello che potevo per farmi trovare pronto. Ho i miei obiettivi e vedremo”.

“Non so quale sarebbe l’impatto delle due settimane trascorse in un letto d’ospedale. Naturalmente senza l’incidente avrei puntato alla vittoria assoluta. Ma questo incidente ha cambiato tutto”.

Uno dei suoi servi sarà Wout van Aert. Un giornalista voleva sapere se il nostro connazionale avesse portato di nuovo con sé i suoi superpoteri.

“È stato un anno difficile ed è difficile stabilire le giuste aspettative. Questo deve essere il mio peggior inizio in Tour finora nella mia carriera.”

“È una sensazione strana. La mia forma è buona, ma non sono più brava come una volta. Per me sarà un’attesa”.

Jonas Weinggaard tra Thiesge Pinot e Christophe Laporte.

Imparentato:

Giro di Francia

Cavalcare data Inizio – Fine Tipo di corsa il totale vincitore capo

1

29/06 Firenze-Rimini

206 km

2

30/06 Cesenatico-Bologna

199,2 km

3

01/07 Piacenza-Torino

230,8 km

4

02/07 Pinerolo-Valloire

139,6 km

5

03/07 Saint-Jean-de-Maurienne – Saint-Volpas

177,4 km

6

04/07 Macon – Digione

163,5 km

7

05/07 Nuits Saint-Georges – Geoffrey Chambertin

25,3 km

8

06/07 Semur-en-Auxois – Colombe les deux Églises

183,4 km

9

07/07 Troia – Troia

199 km

Giorno di riposo 08/07

10

09/07 Orléans – Saint-Amand Montronde

187,3 km

11

10/07 Évaux-les-Bains-Le Liorant

211 km

12

07/11 Aurillac-Villeneuve-sur-Lotte

203,6 km

13

12/07 Ajin-bao

165,3 km

14

13/07 Bao – no, dadet

151,9 km

15

14/07 Loudenvielle-Plateau de Belle

197,7 km

Giorno di riposo 15/07

16

16/07 Groissan-Nim

188,6 km

17

17/07 Castello di Saint Paul Trois – Superdévoluy

177,8 km

18

18/07 Gap – Barcelonet

179,5 km

19

19/07 Embrun-Isola 2000

144,6 km

20

20/07 Nizza – Col de la Coyole

132,8 km

21

21/07 Monaco – Nizza

33,7 km

READ  Chiellini dalla panchina in Italia, il 17enne Gavi esordisce in Spagna | UEFA Nations League 2020/2021